false

Comune di San Gimignano, - 1461/00/00

Edifici a pianta trapezoidale; strutture verticali in laterizio e pietra; copertura piana

  • OGGETTO torre
  • AMBITO CULTURALE Maestranze Locali
  • NOTIZIE Poste vicino al Palazzo comunale vi sono le due torri e il palazzetto tra loro interposto degli Ardinghelli, prospettanti su piazza della Cisterna. La costruzione della sede del Comune fu decisa nel 1288, in un periodo di relative calma in cui, sconfitti i ghibellini Salvucci nel 1251, la maggioranza guelfa che governava la città, capeggiata dagli Ardinghelli, si impegnò in una serie di riforme e innovazioni sia sul piano amministrativo (composizione del Consiglio) che su quello urbanistico: la città già orientata tra i due poli di Montestaffoli e del palazzo vescovile, nel corso del XIII secolo si era sviluppata in dire zione nord-sud, tra i borghi di San Matteo e San Giovanni, divenuti poli del "Castello Nuovo". L'elemento centrale di questo nuovo assetto urbano doveva diventare il palazzo del Comune. Il palazzo non era ancora terminato quando si deteriorarono nuovamente i rapporti con gli ecclesiastici. Il Consiglio Generale, prendendo a pretesto un dissidio con i religiosi per l'uso civico delle campane della Pieve, ordinò nel 1298 di acquistare il palazzo dei Montagutolo "pro turri facienda o no facienda" . La torre venne edi ficata a partire dal 1300, fondandola su di un arco che permettesse il collegamento tra via della Costarella e la piazza, utilizzando come spalletta la struttura del palazzo dei Montagutolo debitamente rinforzata. E' alta 51 mt e ha pianta trapezoidale (è più stretta verso la piazza). Venne quindi eretta la scalinata che da piazza Duomo conduce alla sala del Consiglio Generale, e venne modificata la sala per l' accesso al terzo piano, entrambe contenute nello spazio occupato in precedenza dal vicolo descritto nell'atto di permuta del 1289, allora sostituito dal percorso sotto la torre. A fianco della Loggia vi sono le due torri Ardinghelli col corpo di fabbrica interposto. La torre minore ha un interessante trattamento delle bucature inserite in una vasta loggia cieca con arcate ribassate. Questo gioco di chiaroscuri si ripete nel palazzo fra le due torri. Nei prospetti sul chiostro si notano le varie fasi di crescita. Sulle due arcate costruite nel 1325 si innesta una parete di mattoni con tracce di apertura tamponate. In corrispondenza dell'androne vi è il corpo del 1461, arretrato rispetto al primo. La sala delle Udienze ha due finestre ravvicinate collegate da un unico architrave lapideo. Il corpo di fronte all'ingresso di via Costarella, occupato da uffici, è alto due piani; a sinistra è di muratura di pietra con molte aperture tamponate, a destra il muro è di mattoni. Tutto l'immobile è presente nel catasto leopoldino in forma corrispondente all'attuale
  • LOCALIZZAZIONE San Gimignano (SI) - Toscana , ITALIA
  • INDIRIZZO Piazza della Cisterna, 7/8, San Gimignano (SI)
  • TIPOLOGIA SCHEDA Architettura
  • CONDIZIONE GIURIDICA proprietà Ente pubblico territoriale
  • CODICE DI CATALOGO NAZIONALE 0900361671
  • ENTE COMPETENTE PER LA TUTELA Soprintendenza Archeologia, belle arti e paesaggio per le province di Siena, Grosseto e Arezzo
  • ENTE SCHEDATORE Soprintendenza Archeologia, belle arti e paesaggio per le province di Siena, Grosseto e Arezzo
  • DATA DI COMPILAZIONE 1993
  • DATA DI AGGIORNAMENTO 1998
    2018
  • DOCUMENTAZIONE GRAFICA estratto mappa catastale (1)

COINVOLTO IN

ALTRE OPERE DELLA STESSA CITTA'

ALTRE OPERE DELLO STESSO AMBITO CULTURALE