Palazzo di Prampero, Sartogo

Udine, 1920

L'edificio, con pianta ad "L" realizzato ad angolo tra Via Mantica e Vicolo degli Orti, deve il suo aspetto attuale alla famiglia di Prampero. La facciata principale, resa asimmetrica da un corpo aggiunto all'angolo con il vicolo, si presenta sobria ed elegante, con un portale architravato in bugnato liscio e mascherone in sommità, l'alta bifora loggiata ed una regolare disposizione delle finestre, poggianti su una cornice sia al primo che al secondo piano. Nel prospetto posteriore la rigorosa distribuzione di pieni e vuoti è interrotta dalla presenza di logge ad arco ribassato e da finestrelle quadrate. Il corpo perpendicolare è scandito da una fila di sei finestre per piano. Nell'800 al complesso è stato aggiunto un corpo che dà sul cortile, caratterizzato da una piccola loggia coperta. Le stanze interne sono abbellite da tele, decorazioni ottocentesche e pitture (di particolare interesse quelle presenti nello studiolo, alcune delle quali riportate alla luce a fine '900)

  • OGGETTO palazzo-privato
  • AMBITO CULTURALE Maestranze Friulane
  • NOTIZIE La casa, fiancheggiata dal Vicolo degli Orti, era abitata nel Seicento dal cancellire Vincenzo Giusti. L'edificio passò ai figli ma, non avendo ulteriori discendenti, venne acquistata da Tommaso di Prampero che la ristrutturò e abbellì. Nella proprietà venne incorporato anche il fabbricato annesso (1709). Uno dei discendenti, Francesco di Prampero, appare ancora proprietario nel 1801 assieme ai fratelli
  • LOCALIZZAZIONE Udine (UD) - Friuli-Venezia Giulia , ITALIA
  • INDIRIZZO Via Francesco Mantica, 28, Udine (UD)
  • TIPOLOGIA SCHEDA Architettura
  • CONDIZIONE GIURIDICA proprietà privata
  • CODICE DI CATALOGO NAZIONALE 0600008024
  • ENTE COMPETENTE PER LA TUTELA Soprintendenza Archeologia, belle arti e paesaggio del Friuli Venezia Giulia
  • ENTE SCHEDATORE Soprintendenza Archeologia, belle arti e paesaggio del Friuli Venezia Giulia
  • DATA DI COMPILAZIONE 1993
  • DATA DI AGGIORNAMENTO 2017

ALTRE OPERE DELLO STESSO PERIODO - 1920

ALTRE OPERE DELLA STESSA CITTA'

ALTRE OPERE DELLO STESSO AMBITO CULTURALE