monumento - Emilio Castelfranchi

monumento, 1938-1939

Monumento sepolcrale composto da: sarcofago cinto da sei pilastrini con sommità a cuspide e ganci metallici (raccordi non presenti); lastra con scanalature laterali e sommità leggermente curvilinea. Decorazione: bassorilievi trasversali e longitudinali sulle scanalature laterali della lastra; stella di David incisa e rubriacata in alto al centro della lastra.

  • FONTE DEI DATI Regione Emilia-Romagna
  • OGGETTO monumento
  • DEDICAZIONE Emilio Castelfranchi
  • MATERIA E TECNICA marmo bianco/ incisione
  • MISURE Altezza: 124 cm
    Lunghezza: 244 cm
    Larghezza: 112 cm
  • ISCRIZIONE SHALOM
    EMILIO CASTELFRANCHI / 1860 - 1938
    illeggibile
  • LUOGO DI CONSERVAZIONE Cimitero Ebraico - Finale Emilia
  • LOCALIZZAZIONE Cimitero Ebraico - Finale Emilia
  • INDIRIZZO vicolo Gozzi
  • NOTIZIE STORICO CRITICHE Angelo Emilio Castelfranchi, figlio di Israele Gedelià Castelfranchi e di Anna Levi, nacque a Finale il 13 agosto 1860 e vi morì il 6 gennaio 1938. Marito di Giulia Merkel, cattolica nata a Udine ma di origini boeme, ebbe un'unica figlia, Sara, la quale si sposerà con il cattolico Emilio Lepschy e avrà due figli: Antonio e Giulio, futuri accademici di chiara fama. Dopo avere conseguito la laurea presso l'Università di Bologna (fu allievo di Carducci), Emilio Castelfranchi insegnò francese e computisteria presso il Regio Istituto Tecnico Ignazio Calvi di Finale Emilia, del quale fu direttore dal 1909 al 1930. Collaborò, inoltre, alla redazione, per la parte storica, del giornale ebdomadario "La Minoranza", pubblicato a Finale dal 1895 al 1899.
  • TIPOLOGIA SCHEDA Opere/oggetti d'arte
  • PUBLISHER Servizio Patrimonio Culturale della Regione Emilia-Romagna
  • CREATOR Servizio Patrimonio Culturale della Regione Emilia-Romagna
    MEB - Museo Ebraico di Bologna - Bologna
  • LICENZA CC-BY 4.0

ALTRE OPERE DELLO STESSO PERIODO - 1938-1939