mezzo cannone da 24 libbre francesi

1667 prob - post 1669

il mezzo cannoneè di manifattura francese del XVII sec

  • OGGETTO mezzo cannone da 24 libbre francesi
  • MATERIA E TECNICA bronzo/ fusione
  • MISURE Profondità: / mm
    Diametro: 16 mm
    Altezza: 3620 mm
    Lunghezza: 2700kg mm
  • SOGGETTO vedesi descrizioni successive
  • CLASSIFICAZIONE Bocca da fuoco
    Artiglieria storica
    ARMAMENTO
  • AMBITO CULTURALE Regno Di Francia Sec.xvii
  • ATTRIBUZIONI De Toulon (officina): fonditore
  • ALTRE ATTRIBUZIONI Probabilmente Seconda Metà Del Xvii
  • LUOGO DI CONSERVAZIONE FONDO DI ARTIGLIERIA STORICA
  • LOCALIZZAZIONE Museo storico nazionale d'Artiglieria
  • INDIRIZZO Deposito museale c/o caserma "Amione" via Brione 1 Torino, Torino (TO)
  • TIPOLOGIA SCHEDA Patrimonio scientifico e tecnologico
  • CONDIZIONE GIURIDICA proprietà Stato
  • CODICE DI CATALOGO NAZIONALE 0100441150
  • ENTE COMPETENTE PER LA TUTELA Soprintendenza Archeologia, belle arti e paesaggio per la citta' metropolitana di Torino
  • ENTE SCHEDATORE Museo Storico Nazionale di Artiglieria di Torino
  • DATA DI COMPILAZIONE 2020
  • ISCRIZIONI culatta - NEC PLURIBUS IMPAR (la traduzione è "Non inferiore ai più") - caratteri gotici - a rilievo - francese
  • STEMMI sopra l'anello della bocca da fuoco - MITOLOGICO - Emblema - 1 - STEMMA BOCCA DA FUOCO Collocato sopra l’anello della bocca da fuoco si staglia un corposo e articolato emblema composto da un bassorilievo della forma di poppa di una nave, al cui interno si osservano diverse figure mitologiche tra le quali quattro Nereidi a ornare la decorazione e due Tritoni che emergono dalle acque, tutte le figure sono abbarbicate alla poppa. Si evidenziano la struttura della nave: l’ancora, il timone, le parti lignee e sullo sfondo le due sartie, la vela non dispiegata e le corde dell’alberatura. Al di sopra troviamo una figura liscia e circolare di difficile interpretazione, sulla cima di questa di staglia il drappo stilizzato, già osservato precedentemente nelle artiglierie francesi, con impressa la celebre allocuzione latina NEC PLURIBUS IMPAR (la traduzione è "Non inferiore ai più"), alla cui sommità si colloca il sole che irradia attorno a se i suoi raggi figura del Re Sole Luigi XIV, tra I più grandi re di Francia. Il bassorilievo ha un significato retorico preciso ossia l’affermazione del dominio del sovrano che estende il suo potere, come il sole irradia i suoi raggi al di sopra di tutto e tutti. Tra i vari significati che congiungono arte e filosofia militaresca e mitologia greca, vi sono le sopracitate figure delle Nereidi e dei Tritoni divinità marine, figure connesse alla tranquillità del mare e benigne agli uomini, protettrici della navigazione e della pesca, quindi di buon auspicio per chi prendeva il mare

ALTRE OPERE DELLA STESSA CITTA'