S. Pietro (Toscanella)

positivo, ca 1890 - ante 1899

Positivo incollato ai quattro angoli sulla pagina

  • OGGETTO positivo
  • SOGGETTO Lazio - Viterbo - Tuscania - Chiesa di San Pietro <1093 attr.>
    Architetti - Italia - sec. 8. - Ambito comacino
    Architettura religiosa - Chiese - Interno - Navata principale - Altare
    Architetti - Italia - sec. 11.-12
  • MATERIA E TECNICA CARTA
    albumina
  • CLASSIFICAZIONE DOCUMENTAZIONE DEL PATRIMONIO ARCHITETTONICO
  • LUOGO DI CONSERVAZIONE Polo Museale dell'Emilia Romagna
  • LOCALIZZAZIONE Palazzo Pepoli Campogrande
  • INDIRIZZO Via Castiglione, 7, Bologna (BO)
  • NOTIZIE STORICO CRITICHE La paternità del positivo in esame, attribuito a Domenico Anderson, è stata ricavata dal confronto con altri positivi autografi, appartenenti allo stesso fondo fotografico e che rappresentano soggetti architettonici riconducibili alla stessa provincia di Roma. La datazione è stata desunta, oltre che da un’analisi del lettering riconducibile al primo periodo di attività della ditta Anderson, dallo studio dei cataloghi editi tra il 1899 e il 1907. Nella pubblicazione del 1899 è presente un positivo con ROFI 571 ma con una diversa titolazione: Architettura, scultura musaici/ Terme di Caracalla, veduta generale. Nello stesso catalogo, sono altresì presenti, positivi ritraenti Tuscania ma con numeri di inventario del negativo e soggetti non coincidenti con l’albumina in esame. Nel successivo catalogo del 1901 non sono presenti positivi che rappresentino il medesimo soggetto né il numero di inventario del negativo 571, che riappare però nel catalogo del 1907 cosi come diversi soggetti raffiguranti Tuscania. Tutti questi dati, hanno fatto ipotizzare un arco cronologico riconducibile al catalogo del 1899, o comunque risalente alla prima produzione di Anderson. Il fondo fotografico Faccioli è costituito da stampe sciolte o incollate su supporto, raccolte nel corso della sua attività di ingegnere-architetto da Raffaele Faccioli (Bologna, 1836-1914). Dopo la sua morte, il geometra Luigi Mattioli, amministratore dei beni degli eredi, propose a Francesco Malaguzzi Valeri, allora Direttore della Pinacoteca di Bologna, l'acquisto di questa raccolta grafica comprendente disegni, taccuini e materiale fotografico. Documentazione circa il fondo è reperibile presso l'Archivio Storico della Pinacoteca, pratiche n. 31, foglio 43, n. 9
  • TIPOLOGIA SCHEDA Fotografia
  • CONDIZIONE GIURIDICA proprietà Stato
  • CODICE DI CATALOGO NAZIONALE 0800635803-461
  • NUMERO D'INVENTARIO 31875/ 1091
  • ENTE COMPETENTE PER LA TUTELA Soprintendenza Archeologia, belle arti e paesaggio per la citta' metropolitana di Bologna e le province di Modena, Reggio Emilia e Ferrara
  • ENTE SCHEDATORE Soprintendenza Archeologia, belle arti e paesaggio per la citta' metropolitana di Bologna e le province di Modena, Reggio Emilia e Ferrara
  • DATA DI COMPILAZIONE 2016
  • ISCRIZIONI supporto primario: recto: in basso sotto l'immagine - 571 D S.PIETRO (TOSCANELLA) - capitale -
  • LICENZA METADATI CC-BY 4.0

FA PARTE DI - BENI COMPONENTI

ALTRE OPERE DELLO STESSO PERIODO - ca 1890 - ante 1899

ALTRE OPERE DELLA STESSA CITTA'