"Mantova Casa del Mantegna. Schema del progetto di restauro. Pianta del piano terreno"; "Mantova Casa del Mantegna. Schema del progetto di restauro. Pianta del primo piano"; "Rapporto 1:200"

negativo, ca 1941 - ca 1941
Anonimo
1878
  • OGGETTO negativo
  • SOGGETTO Mantova - Architetture - Restauri - Disegni
  • MATERIA E TECNICA gelatina bromuro d'argento/ vetro
  • ATTRIBUZIONI Anonimo: fotografo principale
  • LUOGO DI CONSERVAZIONE Archivio fotografico SBAP BS
  • LOCALIZZAZIONE Palazzo Porro Schiaffinati, ex Chizzola
  • INDIRIZZO via Gezio Calini, 26, Brescia (BS)
  • NOTIZIE STORICO CRITICHE La ripresa fa parte del reportage fotografico eseguito a corredo della campagna di restauro della Casa del Mantegna, l'abitazione-studio mantovana dell'artista, negli anni 1940-1942. A quell'epoca il soprintendente ai Monumenti di Verona, Raffaello Niccoli, assunse la direzione dei lavori di restauro della struttura, di proprietà della Provincia di Mantova, occupata dall'Istituto Tecnico "A. Pitentino". Niccoli fece eseguire dalla Soprintendenza rilievi e disegni e raccolse "un documentario, il più completo che è stato possibile, di fotografie dei vari ritrovamenti e delle varie fasi del lavoro ... in parte eseguite dal fotografo Calzolari e in parte direttamente dalla Soprintendenza" (SBAP Brescia, Archivio Monumenti, b. 21/2: Mantova. Casa del Mantegna, lettere del 15 e del 30 maggio 1941). Attraverso questo reportage, la "Prima relazione sui lavori di restauro" (conservata presso l'Archivio Storico della Provincia di Mantova e riportata ampiamente in bibliografia (G. Sacchi, Mantegna Archipictor. La dimora dell'artista, Mantova 2000, pp. 53-67) e altro materiale documentario degli anni 1938-1942, è possibile seguire i passaggi e i momenti attraverso i quali la residenza quattrocentesca venne riportata allo struttura originaria. Le lettere, i documenti e la relazione del maggio 1941 permettono altresì di stabilire un terminus ante quem per la maggior parte, se non per tutta, la campagna fotografica e stabilire quindi un arco cronologico di esecuzione delle riprese tra il 1940 e il 1941. Lo scatto fotografa le piante del piano terra e del primo piano della Casa, con indicazione del progetto di restauro dell'edificio. Le tavole, conservate nella cartella dell'Archivio di Brescia relativa all'immobile insieme ad altre due tavole con lo "stato di pristino" della Casa, furono certamente eseguite per volontà del Soprintendente Niccoli a corredo della relazione sui restauri e si posso datare al maggio 1931. Con ogni probabilita' la fotografia venne eseguita per conservare una copia del disegno più e più volte riproducibile, e la datazione della ripresa dovrebbe corrispondere al maggio 1941
  • TIPOLOGIA SCHEDA Fotografia
  • CONDIZIONE GIURIDICA proprietà Stato
  • CODICE DI CATALOGO NAZIONALE 0300727496
  • NUMERO D'INVENTARIO 9008
  • ENTE COMPETENTE PER LA TUTELA Soprintendenza Archeologia, belle arti e paesaggio per le province di Bergamo e Brescia
  • ENTE SCHEDATORE Soprintendenza per i Beni Architettonici e Paesaggistici per le province di Brescia Cremona e Mantova
  • DATA DI COMPILAZIONE 2012
  • ISCRIZIONI lato emulsione: a sinistra - 9008 - a inchiostro -
  • LICENZA METADATI CC-BY 4.0

ALTRE OPERE DELLO STESSO AUTORE - Anonimo

ALTRE OPERE DELLO STESSO PERIODO - ca 1941 - ca 1941

ALTRE OPERE DELLA STESSA CITTA'