fisarmonica fisarmonica a piano

Montemarano,

Fisarmonica cromatica a bottoni, modello Paolo Soprani di Castelfidarlo, detto del tipo “cromatico”. Ha 120 bottoni dei bassi disposti su 6 file, 89 bottoni disposti su 5 file al canto; 6 registri per il canto e 2 registri per i bassi. Mantice in cartone a 15 pieghe ricoperto in satin rosso, paraspigoli metallici a forma di mezzaluna; Al centro del mantice chiuso il disegno di un rombo. Casse rivestite in celluloide rossa, con rinforzi angolari cromati, la parte dei bassi color avorio. Bottoni a pistone rientrante; bassi in plastica neri, canto in celluloide madreperlata bianchi e neri. Copri valvole traforata da decorazione geometriche e comprende il logo della casa produttrice Paolo Soprani, (uno stemma con la figura di un uomo che suona la fisarmonica) ai lati trafori a forma di rombi. Sulla parte frontale della cassa il nome della ditta Paolo Soprani

  • OGGETTO fisarmonica fisarmonica a piano
  • CLASSIFICAZIONE fisarmonica a piano
  • LUOGO DI CONSERVAZIONE Fisarmonica di Antonio Bocchino, detto "Nduniuccio"
  • LOCALIZZAZIONE Museo Civico Etnomusicale "Celestino Coscia e Antonio Bocchino"
  • INDIRIZZO Via San Francesco, 179, 83040, Montemarano (AV)
  • NOTIZIE STORICO CRITICHE Industria italiana della fisarmonica nata a Castelfidardo. Paolo Soprani inizia, con l'aiuto dei suoi fratelli, con una piccola bottega sotto casa. Le prime ''armoniche'' prodotte vennero vendute nelle fiere e nei mercati di Loreto. Nel 1872 a Castelfidardo aprì una fabbrica. La popolarità dello strumento cresceva velocemente tra la popolazione locale di campagna, per avere successo poi nei paesi europei, come la Francia. Alla fine del XIX secolo, ''l'armonica'' venne esportata in America, dove ebbe molto successo tra gli emigranti italiani. La domanda in crescita dello strumento, diede lavoro nella fabbrica di Castelfidardo a circa 400 operai. Il Sig. Soprani divenne membro dell'Accademia degli Inventori di Bruxelles a Parigi. Continuò a lavorare in ditta fino all'età di 70 anni, quando i suoi figli presero la direzione. Morì nella sua casa il 20 febbraio 1918 all'età di 73 anni
  • TIPOLOGIA SCHEDA Strumenti musicali
  • USO Si impugna alle due estremità dei tasti del canto con la mano destra e bassi con la sinistra, si posiziona in apertura con il retro che sfiora il dorso, mentre le parti dello strumento sono a vista di chi osserva ed ascolta. Con movimenti di apertura e chiusura del mantice l'aria in esso contenuta viene convogliata nelle due casse armoniche. All'interno delle casse ci sono varie file di ance metalliche che vibrano e producono il suono quando si azionano i bottoni ed i tasti i quali attivano un meccanismo di leve che comanda l'apertura di appositi fori in corrispondenza delle sonerie, che mettono l'aria e producono il suono della fisarmonica
  • CONDIZIONE GIURIDICA proprietà Ente pubblico territoriale
  • CODICE DI CATALOGO NAZIONALE 1500867552
  • ENTE COMPETENTE PER LA TUTELA Soprintendenza Archeologia, belle arti e paesaggio per le province di Salerno e Avellino
  • ENTE SCHEDATORE Comune di Montemarano
  • DATA DI COMPILAZIONE 2018

ALTRE OPERE DELLA STESSA CITTA'