tamburo a clessidra

Racconigi, sec. XIX metà

Il tamburo è uno kotsuzumi, strumento a percussione di ambito giapponese. Il tamburo presenta un corpo a forma di clessidra in legno di ciliegio. Alle due estremità sono poste due pelli (solitamente di orso) fissate alla struttura da una corda di lino (tate shirabe) lunga fino a 5 metri che passa attraverso una serie di fori presenti ai margini di entrambe le pelli. Una seconda corda (yoko shirabe), lunga fino a 4 metri, si lega alla prima in prossimità della strozzatura del tamburo. Questo tipo di strumento a percussione è utilizzato nel teatro Noh. Si suona percuotendo le membrane a mani nude. L'altezza del suono varia tendendo e rilasciando le corde di lino. Per produrre un suono armonico il kotsuzumi richiede un'attenta manutenzione e, a differenza dell'otsuzumi, necessita che le pelli siano sempre mantenute umide

ALTRE OPERE DELLA STESSA CITTA'

ALTRE OPERE DELLO STESSO AMBITO CULTURALE