figura di soldato con allegoria della Vittoria

monumento ai caduti a cippo, 1931 - 1931

L’opera è costituita da un primo basamento in pietra, a gradini sfalsati, sul quale si erge un cippo caratterizzato da quattro facciate. La facciata principale, in pietra, presenta nella zona centrale un’iscrizione dedicatoria, mentre le altre facciate sono ricoperte da lastre marmoree recanti i nomi dei soldati caduti nel corso della Prima (facciata laterale destra e sinistra) e della Seconda guerra mondiale (facciata posteriore). Al di sotto delle facciate su cui insistono le lastre marmoree sono dei quadrati in pietra recanti tondi con l’indicazione, sulla facciata laterale sinistra, dell’anno 1915, sulla facciata laterale destra, dell’anno 1918, mentre sulla facciata posteriore è un tondo con la raffigurazione del fascio littorio. Il monumento è circondato da una piccola aiuola recintata ai cui quattro angoli sono state poste singole bombe inesplose risalenti alla Prima guerra mondiale, collegate tra loro da una spessa catena in ferro. Al di spora del basamento è il gruppo marmoreo che rappresenta una figura alata femminile, personificazione della Vittoria, che abbraccia e bacia un soldato morente in battaglia, ai loro piedi rami con foglie di quercia e di alloro, insieme ad un fucile e ad un bastone. La firma dell’autore “G.Ciocchetti, Roma” appare in basso sulla facciata

  • OGGETTO monumento ai caduti a cippo
  • MATERIA E TECNICA PIETRA
    marmo bianco/ scultura
  • MISURE Altezza: 600 cm
    Lunghezza: 130 cm
  • ATTRIBUZIONI Giuseppe Ciocchetti (attribuito): scultore
  • LOCALIZZAZIONE Palazzo del Municipio
  • INDIRIZZO Piazza Tribunale, Lagonegro (PZ)
  • NOTIZIE STORICO CRITICHE L'intenzione di realizzare un monumento ai caduti partì dal Cavalier Zito, il quale propose di far sorgere il monumento a proprie spese. Il 1 Maggio del 1927 un duplice comitato pro-monumento e pro-lapide si riunì a Lagonegro per la raccolta delle offerte utili alla costruzione del monumento. Il 15 Ottobre del 1931 si tenne l'inaugurazione dell'opera, donata da un emigrato, costata 45.000 Lire e realizzata dal Cavalier G. Ciocchetti con lo studio a Roma, in via Tiburzi,4. Bibliografia: Archivio di Stato di Potenza, Prefettura inventario, 1926-56; Cav. Giuseppe Ciocchetti scultore, direttore proprietario degli stabilimenti, L'arte funeraria, Roma, Pietrasanta, Milano Editore Arti Grafiche F.lli Palombi, Roma 1920
  • TIPOLOGIA SCHEDA Opere/oggetti d'arte
  • CONDIZIONE GIURIDICA proprietà Ente pubblico territoriale
  • CODICE DI CATALOGO NAZIONALE 1700168751
  • ENTE COMPETENTE PER LA TUTELA Soprintendenza per i Beni Storici Artistici ed Etnoantropologici della Basilicata
  • ENTE SCHEDATORE Soprintendenza per i Beni Storici Artistici ed Etnoantropologici della Basilicata
  • DATA DI COMPILAZIONE 2014
  • ISCRIZIONI fronte principale - LAGONEGRO/ RICORDA ED ONORA/ NEL NOME DEI SUOI FIGLI/ TUTTI CADUTI PER L’ITALIA/ NELLA GRANDE GUERRA - maiuscolo - a caratteri applicati - italiano
  • LICENZA CC-BY 4.0

ALTRE OPERE DELLO STESSO AUTORE - Giuseppe Ciocchetti (attribuito)

ALTRE OPERE DELLO STESSO PERIODO - 1931 - 1931

ALTRE OPERE DELLA STESSA CITTA'

ITINERARI