eroi romani

dipinto, post 1534 - ante 1630

dipinto

  • OGGETTO dipinto
  • MATERIA E TECNICA intonaco/ pittura a fresco
  • MISURE Lunghezza: 1025 cm
    Larghezza: 840 cm
  • AMBITO CULTURALE Ambito Romano
  • LUOGO DI CONSERVAZIONE Museo Archeologico Prenestino
  • LOCALIZZAZIONE Palazzo Colonna Barberini
  • INDIRIZZO via Barberini, Palestrina (RM)
  • NOTIZIE STORICO CRITICHE L'analisi stilistica e la presenza dello stemma Colonna daterebbero i dipinti intorno alla metà del Cinquecento, in particolare dopo il 1534, anno del matrimonio tra Stefano Colonna (morto nel 1548) ed Elena Della Rovere (Colonna, 1927, p. 69), cui si riferiscono sia gli stemmi Colonna, fiancheggiati da figurine femminili recanti ramoscelli di quercia, agli angoli della sala e sulle pareti, sia lo stemma Della Rovere sulla parete nord-est. Una diversa ipotesi di datazione rinvia all'intervento del principe Francesco Colonna che nel 1602 "fece decorare di dipinti quasi tutto il palazzo" (Marucchi, 1917, p. 56; Bandiera, 1991, p. 37). Sulla parete sud-est è lo stemma Barberini, con l'impresa araldica delle api, da riferirsi a un intervento posteriore al 1630, anno in cui i Colonna vendettero il palazzo alla famiglia Barberini (Torresi, 1992, p. 192)
  • TIPOLOGIA SCHEDA Opere/oggetti d'arte
  • CONDIZIONE GIURIDICA proprietà Stato
  • CODICE DI CATALOGO NAZIONALE 1201219631-0
  • ENTE COMPETENTE PER LA TUTELA Soprintendenza per i Beni Storici Artistici ed Etnoantropologici del Lazio (con esclusione della citta' di Roma)
  • ENTE SCHEDATORE Soprintendenza per i Beni Storici Artistici ed Etnoantropologici del Lazio (con esclusione della citta' di Roma)
  • DATA DI COMPILAZIONE 2015
  • DATA DI AGGIORNAMENTO 2015
  • STEMMI tre in altrettanti angoli della sala e quattro sulle pareti, in alto - gentilizio - Stemma - Barberini - 7 - scudo ovale con una colonna bianca in campo rosso e in basso due rami di quercia

BENI COMPONENTI

ALTRE OPERE DELLO STESSO PERIODO - post 1534 - ante 1630

ALTRE OPERE DELLA STESSA CITTA'

ALTRE OPERE DELLO STESSO AMBITO CULTURALE