decorazione plastica - ambito Italia centro-meridionale (XVIII)

decorazione plastica, ca 1726 - ca 1760

cornici a volute e motivi fitomorfi contenenti iscrizioni sacre

  • OGGETTO decorazione plastica
  • MATERIA E TECNICA stucco/ doratura
    stucco/ modellatura
  • AMBITO CULTURALE Ambito Italia Centro-meridionale
  • LUOGO DI CONSERVAZIONE Chiesa dei SS. Giovanni Battista e Giovanni Evangelista
  • INDIRIZZO P.zza Maggiore, 4, Casalvieri (FR)
  • NOTIZIE STORICO CRITICHE Le iscrizioni, poste sopra gli archi della navata centrale, sono collegate ai temi iconografici dei dipinti degli altari delle navate laterali e del transetto. 1: L’ iscrizione è da collegare all’ordine carmelitano. L’espressione “Decor Carmeli et Saron” è una citazione di Isaia (Is 35, 2, Gloria Libani data est ei, decor Carmeli et Saron, “Gli è data la gloria del Libano, lo splendore del Carmelo e di Saron”), laddove il profeta vuole rappresentare lo splendore e la maestà del futuro Messia. Il monte Carmelo si trova in Galilea ed è infatti citato nella Bibbia come luogo di estrema bellezza. Secondo la tradizione, lì la Madonna apparve a San Simone Stock, priore generale dell'ordine carmelitano. “Saron” o “Sharon” è invece il nome di una regione fertile vicina alle coste di Israele. 2: E' il primo verso del Magnificat, cantico contenuto nel primo capitolo del Vangelo di Luca con il quale Maria loda e ringrazia Dio perché ha benignamente liberato il suo popolo. 3: Si tratta probabilmente di parte di un verso del Salmo 112 (Suscitans a terra inopem et de stercore erigens pauperem, ut collocet eum cum principibus, cum principibus populi sui). 6: Citazione del libro del profeta Ezechiele (Ezech. 31, 8). 8: Passo di un offertorio presente nel "Graduale Romanum" (Domine Deus, in simplicitate cordis mei laetus obtuli universa). 9: L’iscrizione è parte del verso 3 del Salmo 37 (quoniam sagittae tuae infixae sunt mihi et confirmasti super me manum tuam). 10: L’iscrizione è parte del verso 8 del Cantico dei Cantici (Veni de Libano, sponsa mea: veni de Libano, veni, coronaberis). 11: La frase trae origine dal sogno di Giacobbe, episodio narrato in Genesi 28,17
  • TIPOLOGIA SCHEDA Opere/oggetti d'arte
  • CONDIZIONE GIURIDICA proprietà Ente religioso cattolico
  • CODICE DI CATALOGO NAZIONALE 1201219195
  • ENTE COMPETENTE PER LA TUTELA Soprintendenza Belle arti e paesaggio per le province di Roma, Frosinone, Latina, Rieti e Viterbo
  • ENTE SCHEDATORE Soprintendenza Belle arti e paesaggio per le province di Roma, Frosinone, Latina, Rieti e Viterbo
  • DATA DI COMPILAZIONE 2011
  • DATA DI AGGIORNAMENTO 2015
  • ISCRIZIONI navata centrale, parete destra, sopra il primo arco - DECOR CARMELI ET SARON - capitale - a pennello - latino

ALTRE OPERE DELLO STESSO PERIODO - ca 1726 - ca 1760

ALTRE OPERE DELLA STESSA CITTA'

ALTRE OPERE DELLO STESSO AMBITO CULTURALE