Divinità

dipinto murale, 1526 - 1526
Domenico Rietti Da Figline Detto Zaga
notizie metà sec. XVI

un fregio a festoni e putti corre tra le finestre rettangolari, sotto le quali sono dei riquadri graffiti con figure maschili

  • OGGETTO dipinto murale
  • MATERIA E TECNICA intonaco/ graffito
  • ATTRIBUZIONI Domenico Rietti Da Figline Detto Zaga
  • LUOGO DI CONSERVAZIONE Castel Sant'Angelo
  • INDIRIZZO Lungotevere Castello 50, Roma (RM)
  • NOTIZIE STORICO CRITICHE Il cortile chiamato anche del Teatro, per le recite che vi si tenevano dal tempo di Leone X. I graffiti sono tratti da una serie di incisioni con le Divinità della Favola che il Caraglio desunse nel 1526 da disegni di Rosso Fiorentino
  • TIPOLOGIA SCHEDA Opere/oggetti d'arte
  • CONDIZIONE GIURIDICA Proprietà Stato
  • CODICE DI CATALOGO NAZIONALE 1201203458
  • ENTE COMPETENTE PER LA TUTELA Soprintendenza Speciale Archeologia, Belle arti e Paesaggio di Roma
  • ENTE SCHEDATORE Soprintendenza per i beni artistici e storici del Lazio
  • DATA DI COMPILAZIONE 2011

ALTRE OPERE DELLO STESSO AUTORE - Domenico Rietti Da Figline Detto Zaga

ALTRE OPERE DELLO STESSO PERIODO - 1526 - 1526

ALTRE OPERE DELLA STESSA CITTA'