colonna ionica, ca 100 - ca 199

colonna priva di base, fusto liscio, collarino ad astragali, capitello ionico con ovoli, abaco a tavoletta svasata

  • OGGETTO colonna ionica
  • MATERIA E TECNICA marmo bianco/ scultura
    granito grigio
  • MISURE Altezza: 273
  • AMBITO CULTURALE Ambito Romano
  • LUOGO DI CONSERVAZIONE Chiesa dei SS. Anastasio e Vincenzo alle Tre Fontane
  • INDIRIZZO via delle Acque Salvie, Roma (RM)
  • NOTIZIE STORICO CRITICHE La colonna si trova nella porzione della sala che fu aggiunta in un ampliamento realizzato tra la fine del XII secolo e gli inizi del XIII (1185-1210 ca, cfr. Romanini A. M., 1994). L'uso dello spoglio rientra nella tradizione operativa delle maestranze romane, che in quest'epoca si ritiene abbiano collaborato attivamente con i monaci cistercensi. In un'epoca imprecisata la colonna venne incamiciata in un pilastro, che risulta sicuramente esistente dal 1779-80, poichè compare ritratto sui disegni di Sèroux d'Agincourt datati a quaegli anni (pubblicati, cfr. Romanini A.M. 1994). Il pilastro venne demolito nel 1971 a seguito del reperimento casuale della colonna al suo interno (Bertelli C., 1972). La mancanza della base dipende forse dal recente innalzamento del livello pavimentale (Romanini A. M., 1994)
  • TIPOLOGIA SCHEDA Opere/oggetti d'arte
  • CONDIZIONE GIURIDICA detenzione Ente pubblico non territoriale
  • CODICE DI CATALOGO NAZIONALE 1200863375
  • ENTE COMPETENTE PER LA TUTELA Soprintendenza Speciale Archeologia, Belle arti e Paesaggio di Roma
  • ENTE SCHEDATORE Soprintendenza per i beni artistici e storici del Lazio
  • DATA DI COMPILAZIONE 1996
  • DATA DI AGGIORNAMENTO 2006

ALTRE OPERE DELLO STESSO PERIODO - ca 100 - ca 199

ALTRE OPERE DELLA STESSA CITTA'

ALTRE OPERE DELLO STESSO AMBITO CULTURALE