Rinaldo e Armida

dipinto, 1690-1710
Nicola Malinconico
1663/ 1721

Il quadro, in pendant con un altro raffigurante Olindo e Sofronia, fa parte di una serie di 4 dipinti di medesimo formato collocati nella stessa sala. L'episodio, ambientato nelle isole Fortunate, segue fedelemente il canto XVI della Gerusalemme Liberata. I due personaggi sullo sfondo sono Carlo e Ubaldo venuti a liberare. Il pappagallo è una citazione testuale come lo specchio, elemento di innamoramento. Da un punto di vista iconografico si può fare riferimento ad un dipinto di Luca Giordano di medesimo soggetto (Lione, Museé des Beaux Arts), che, pur essendo piuttosto simile, presenta qualche sensibile differenza

  • OGGETTO dipinto
  • MATERIA E TECNICA tela/ pittura a olio
  • ATTRIBUZIONI Nicola Malinconico
  • LUOGO DI CONSERVAZIONE Palazzo Comunale
  • INDIRIZZO Via Gallia, 13, Alvito (FR)
  • NOTIZIE STORICO CRITICHE L'attribuzione al Malinconico avanzata da Maltese (Arte nel Frusinate dal XII al XIX secolo, Frosinone, Palazzo della Provincia, 1961, cat. mostra), che mette in relazione queste tele con altre due, conservate nella chiesa di San Giacomo a Gaeta, di cui una è firmata, è concordemente accettata dalla critica (I. Fadi, La mostra "Arte nel Frusinate", recensione, in "Bollettino d'Arte", 46, 1961, IV, p. 356; O. Ferrari, G. Scavizzi, Luca Giordano, Napoli 1966, vol. II, p. 99). Si è opportunamente osservato come i motivi vegetali e floreali presenti nel dipinto richiamino la formazione del Malinconico con A. Belvedere. Del tutto inaccettabile sembra essere l'ipotesi del Maltese che propone per questi particolari una "collaborazione specialistica", che farebbe ritenere il quadro eseguito da due mani diverse. Considerazioni analoghe a quelle fatte per il dipinto in pendant fanno ritenere l'opera databile all'ultimo decennio del '600. Santoro (D. Santoro, Pagine sparse di storia Alvitana, Chieti 1908) riporta un catalogo settecentesco in cui parlando dei dipinti si dice: "tutti o quasi del De Matteis". Questa generica attribuzione non sembra potere sostenere un raffronto stilistico che invece fa ritenere queste opere effettivamente eseguite dal Malinconico. Si consulti: TCI Guida d'Italia, vol. XV, Milano 1964, p. 491
  • TIPOLOGIA SCHEDA Opere/oggetti d'arte
  • CONDIZIONE GIURIDICA proprietà Ente pubblico territoriale
  • CODICE DI CATALOGO NAZIONALE 1200164105
  • ENTE COMPETENTE PER LA TUTELA Soprintendenza per i Beni Storici Artistici ed Etnoantropologici del Lazio (con esclusione della citta' di Roma)
  • ENTE SCHEDATORE Soprintendenza per i beni artistici e storici del Lazio
  • DATA DI COMPILAZIONE 1979
  • DATA DI AGGIORNAMENTO 2005

ALTRE OPERE DELLO STESSO AUTORE - Nicola Malinconico

ALTRE OPERE DELLO STESSO PERIODO - 1690-1710

ALTRE OPERE DELLA STESSA CITTA'