Il sacrificio di Isacco. Angelo

dipinto, 1641 - 1660

Il ricorrente tema biblico viene qui raffigurato in primo piano, proprio nell'attimo esatto dell'intervento dell'angelo che ferma la mano di Abramo. Isacco è chino sulla tavola con occhi bendati e denudato dalla cintola in su. Abramo guarda l'angelo, che lo guarda diritto negli occhi. A sinistra, nell'angolo è visibile la testa del montone che verrà poi sacrificato

  • OGGETTO dipinto
  • MATERIA E TECNICA tela/ pittura a olio
  • AMBITO CULTURALE Ambito Napoletano
  • ATTRIBUZIONI Preti Mattia (attribuito): pittore
  • LUOGO DI CONSERVAZIONE Galleria Nazionale delle Marche
  • LOCALIZZAZIONE Palazzo Ducale
  • INDIRIZZO Piazza Rinascimento, 13, Urbino (PU)
  • NOTIZIE STORICO CRITICHE La carica drammatica viene evidenziata nei movimenti dei personaggi e delle vesti di Abramo. I chiaroscuri danno molta profondità al quadro tanto che Isacco sembra uscire dal dipinto. Il Preti ebbe modo di vedere i dipinti di Caravaggio intorno agli anni '30 del Seicento e ne restò molto influenzato nel resto della sua lunga carriera pittorica, che lo portò prima a Napoli e quindi a Malta
  • TIPOLOGIA SCHEDA Opere/oggetti d'arte
  • CONDIZIONE GIURIDICA proprietà Stato
  • CODICE DI CATALOGO NAZIONALE 1100368872
  • ENTE COMPETENTE PER LA TUTELA Galleria Nazionale delle Marche
  • ENTE SCHEDATORE Soprintendenza Archeologia, belle arti e paesaggio delle Marche
  • LICENZA METADATI CC-BY 4.0

ALTRE OPERE DELLO STESSO AUTORE - Preti Mattia (attribuito)

ALTRE OPERE DELLO STESSO PERIODO - 1641 - 1660

ALTRE OPERE DELLA STESSA CITTA'

ALTRE OPERE DELLO STESSO AMBITO CULTURALE