Madonna annunciata

dipinto,

Soggetti sacri. Personaggi: Madonna annunciata. Architetture. Abbigliamento. Paesaggi

  • OGGETTO dipinto
  • MATERIA E TECNICA tavola/ pittura a olio
  • ATTRIBUZIONI Nucci Benedetto (attribuito)
    Baldinacci Pietro Paolo (attribuito)
  • ALTRE ATTRIBUZIONI Viti Timoteo
  • LOCALIZZAZIONE Gubbio (PG)
  • NOTIZIE STORICO CRITICHE L'opera è legata alla scena dell'Angelo annunciante, situata simmetricamente sullo stesso parapetto dell'organo raffigurante l'Annunciazione. Aggiunte Art Past. La tradizione storiografica locale ha tramandato fino ad anni recenti la notizia per cui l'organo posto nella parete sinistra del presbiterio sarebbe contemporaneo allo strumento voluto dal vescovo Marcello Cervini e realizzato nella parete opposta a questo. Gli autori dell'opera erano identificati con Luca e Giacomo Maffei. Lo stemma del vescovo Massi presente sulla cimasa era giustificato con una riqualificazione complessiva dello strumento avvenuta appunto nell'Ottocento e da lui commissionata (cfr. Storelli). Francesco Mariucci in recenti studi sottolinea invece come l'intero organo di sinistra sia un'opera prodotta dopo il 1832 sul modello dell'organo commissionato dal Cervini. Le tavolette dipinte ad olio che ornano gli specchi della cantoria e della mostra, e attribuite a Benedetto Nucci e a Pietro Paolo Baldinacci, sarebbero state prelevate dal paliotto di un altare più antico, presente all'interno della cattedrale e ivi collocate
  • TIPOLOGIA SCHEDA Opere/oggetti d'arte
  • CODICE DI CATALOGO NAZIONALE 1000076943
  • ENTE COMPETENTE PER LA TUTELA Soprintendenza Archeologia, belle arti e paesaggio dell'Umbria
  • ENTE SCHEDATORE Soprintendenza per i beni architettonici e per il paesaggio e per il patrimonio storico artistico ed etnoantropologico dell'Umbria
  • DATA DI COMPILAZIONE 1985
  • DATA DI AGGIORNAMENTO 2006
  • LICENZA METADATI CC-BY 4.0

ALTRE OPERE DELLO STESSO AUTORE - Nucci Benedetto (attribuito)

ALTRE OPERE DELLO STESSO AUTORE - Baldinacci Pietro Paolo (attribuito)

ALTRE OPERE DELLA STESSA CITTA'