Madonna con Bambino e Santi

miniatura, ca 1580 - ca 1599

Si tratta di cinque miniature su pergamena che tra la fine del XVIII e l’inizio del XIX furono applicate su una tavola lignea decorata con grottesche dorate e intagliate

  • OGGETTO miniatura
  • MATERIA E TECNICA tavola
    pergamena/ miniatura
  • MISURE Altezza: 152
    Larghezza: 92
  • ATTRIBUZIONI Franchi Cesari Detto Il Pollino (attribuito): esecutore
  • LUOGO DI CONSERVAZIONE Galleria Nazionale dell'Umbria
  • LOCALIZZAZIONE Palazzo dei Priori
  • INDIRIZZO Corso Vannucci 19 - 06100 Perugia, Perugia (PG)
  • NOTIZIE STORICO CRITICHE L’opera pervenne in Galleria come deposito da parte della Congregazione dei Nobili, nel cui oratorio, situato sotto l’abside della chiesa barnabita del Gesù di Perugia, erano collocate ai tempi dell’Orsini (1784, pp.195-196) e del Siepi (1822, p.417), che le vide già montate nella forma attuale. Databili alla fine del XVI secolo e attribuite a Cesare Franchi detto il Pollino, in esse si riscontra la componente raffaellesca mediata attraverso l’esempio di Giulio Romano (Incoronazione di Monteluce, pala per la chiesa di santo Stefano a Genova, di cui esisteva un disegno preparatorio proprio a Perugia) e quella michelangiolesca filtrata attraverso esempi nordici, come sembrano indicare le anatomie dei nudi. In particolare F.F. Mancini (1987, pp. 36-43) pone in relazione la produzione del Franchi con quella di Marteen van Heemsckerck, di Goltzius e soprattutto di Francesco da Castello, originario di Bruxelles ma residente a Roma dal 1588 al 1621, città dove anche il Pollino lavorò nell’ultimo decennio del Cinquecento. Le miniature vennero molto apprezzate, se, come riporta Ottavio Lancellotti (Feste mobili, ms. 1886, c.17r conservato presso la Biblioteca Augusta di Perugia) il cardinale Scipione Borghese offrì l’argenteria per l’altare in cambio di questi lavori, fortunatamente mai cedute al porporato romano ed anzi riuniti, sebbene tre risultassero già dispersi del XIX secolo, in una “tavola incisa ad arabeschi dorati in bassorilievo”, come riportato dal Siepi
  • TIPOLOGIA SCHEDA Opere/oggetti d'arte
  • CONDIZIONE GIURIDICA proprietà privata
  • CODICE DI CATALOGO NAZIONALE 1000016439
  • ENTE COMPETENTE PER LA TUTELA Galleria Nazionale dell'Umbria
  • ENTE SCHEDATORE Soprintendenza per i beni architettonici e per il paesaggio e per il patrimonio storico artistico ed etnoantropologico dell'Umbria
  • DATA DI COMPILAZIONE 1988
  • DATA DI AGGIORNAMENTO 2006

ALTRE OPERE DELLO STESSO PERIODO - ca 1580 - ca 1599

ALTRE OPERE DELLA STESSA CITTA'