Santi

scomparto di predella,

scomparto di predella

  • OGGETTO scomparto di predella
  • MATERIA E TECNICA tavola/ pittura a olio
  • ATTRIBUZIONI Giannicola Di Paolo (attribuito)
  • ALTRE ATTRIBUZIONI Andrea D'assisi
    Alfani Domenico
  • LUOGO DI CONSERVAZIONE Galleria Nazionale dell'Umbria
  • INDIRIZZO Corso Pietro Vannucci, 19, Perugia (PG)
  • NOTIZIE STORICO CRITICHE La predella fa parte della pala eseguita per la Corporazione dei Maestri Lombardi di Pietra e Legname, che avevano un proprio altare dedicato a San Giuliano nella chiesa di Santa Maria dei Servi sul colle Landone in Porta Eburnea. Dopo la distruzione della chiesa nel 1540, l'opera venne trasferita nella chiesa di Santa Maria Nuova, da dove poi, in seguito alle demanianzioni napoleoniche, la tavola centrale partì per la Francia (dove si trova attualmente, al Louvre), mentre la predella entrò nella quadreria dell'Accademia di Belle Arti di Perugia. La predella, un tempo attribuita ad Andrea d'Assisi, poi a Domenico Alfani, è assegnata oggi a Giannicola di Paolo, in un momento in cui l'artista risentì fortemente degli influssi raffaelleschi e pintoricchieschi, oltre che signorelliani. Mentre la parte lignea, affidata ad Antonio da Mercatello, venne eseguita tra il 1504 e il 1507, la parte pittorica venne terminata solo nel 1512, anche se l' incarico gli era stato assegnato precedentement
  • TIPOLOGIA SCHEDA Opere/oggetti d'arte
  • CODICE DI CATALOGO NAZIONALE 1000016385-2
  • NUMERO D'INVENTARIO 322
  • ENTE COMPETENTE PER LA TUTELA Galleria Nazionale dell'Umbria
  • ENTE SCHEDATORE Galleria Nazionale dell'Umbria
  • DATA DI COMPILAZIONE 1987
  • DATA DI AGGIORNAMENTO 2006
    2023
  • LICENZA METADATI CC-BY 4.0

FA PARTE DI - BENI COMPONENTI

ALTRE OPERE DELLO STESSO AUTORE - Giannicola Di Paolo (attribuito)

ALTRE OPERE DELLA STESSA CITTA'