Madonna con Bambino

dipinto, ca 1475 - ca 1475

Il dipinto è costituito da un asse cui sono collegati mediante colla e chiodi gli elementi costituenti la coeva cornice a timpano

  • OGGETTO dipinto
  • MATERIA E TECNICA tavola/ pittura a tempera
  • MISURE Altezza: 82 cm
    Larghezza: 63,5 cm
    Spessore: 13 cm
    Peso: 23 kg
  • ATTRIBUZIONI Aquili Antonio Detto Antoniazzo Romano (attribuito): esecutore
  • ALTRE ATTRIBUZIONI Maestro Delicato
  • LUOGO DI CONSERVAZIONE Galleria Nazionale dell'Umbria
  • INDIRIZZO Corso Pietro Vannucci, 19, Perugia (PG)
  • NOTIZIE STORICO CRITICHE Il dipinto potrebbe rappresentare un'immagine devozionale di tipo domestico. Attribuito ad un seguace del Gozzoli e poi ad Antoniazzo Romano (Santi 1985, pp. 64-65 con bibliografia precedente), è oggi anche ascritto ad un anonimo pittore, seguace dello stesso Antoniazzo, convenzionalmente chiamato Maestro Delicato (Cannatà 1994, pp. 180-182 con bibliografia precedente). La trattativa per l'acquisto comincia nel 1881: delibera 110 del 15 aprile 1881 (Verbale di Adunanza della Commissione Mun.le di Belle Arti. Acquisti vari per la Pinacoteca; Quadri di Gallaj Leopoldo, Rosi Attilio. Cappuccini) “[…]. 2.° che si proponesse al Sig. Leopoldo Gallaj l'acquisto per £ 800, di un quadro con Madonna e cornice creduto di fra Filippo Lippi o Benozzi Gozzoli. […]” Nella trattativa col Municipio, il 1 febbraio 1881, Gallai richiede l’equivalente “di scudi Duecento Romani, che tanto a me costò quando nel 1856. ne feci acquisto in Compagnia del Sr. Conte Zeffiro (sic) Faina”, AS PG, COMUNE DI PERUGIA, Amministrativo 1871-1953, Carteggio, anno 1881, b. 63, fasc. 6 “Gallai Leopoldo. Offerta di vendita di un quadro”. 16 febbraio 1881: delibera 179 Verbale della Commissione di Belle Arti in ordine all'acquisto di vari oggetti d'arte. Quindi si fece di atti il seguente verbale della Commissione di Belle Arti e si stabilì che la Madonna del Gallaj si acquistasse dal Municipio per £ 900, dopo, che si 'è verificato, come da documento dell'Avv.to Fani, della della (sic) legittima proprietà per parte del Gallaj di detta Madonna (segue il detto verbale): "Dichiaro io sottoscritto che a seguito di una transazione avvenuta di piena concordia tra il Conte Zeffirino Faina e Leopoldo Gallai in ordine ad alcuni piatti antichi e ad una Madonna del quattrocento dipinta in legno, transazione effettuatasi con la mia mediazione, rimando in piena ed assoluta proprietà del Gallai s.° due piatti e la tavola rappresentante la Madonna di cui sopra. E questi oggetti furono dal Conte Faina per mio mezzo consegnati al suddetto Leopoldo Gallai. Perugia 16. Febraio 1881. Cesare Fani."
  • TIPOLOGIA SCHEDA Opere/oggetti d'arte
  • CONDIZIONE GIURIDICA proprietà Ente pubblico territoriale
  • CODICE DI CATALOGO NAZIONALE 1000016169
  • NUMERO D'INVENTARIO 109
  • ENTE COMPETENTE PER LA TUTELA Galleria Nazionale dell'Umbria
  • ENTE SCHEDATORE Galleria Nazionale dell'Umbria
  • DATA DI COMPILAZIONE 1996
  • DATA DI AGGIORNAMENTO 2006
    2022
  • ISCRIZIONI sulla base lignea della cornice - NO(N) TIBI SIT GRAVE DICERE MATER AVE - lettere capitali - a pennello - latino
  • LICENZA METADATI CC-BY 4.0

ALTRE OPERE DELLO STESSO AUTORE - Aquili Antonio Detto Antoniazzo Romano (attribuito)

ALTRE OPERE DELLO STESSO PERIODO - ca 1475 - ca 1475

ALTRE OPERE DELLA STESSA CITTA'