ritratto di Giacinto Talducci

dipinto,

n.p

  • OGGETTO dipinto
  • MATERIA E TECNICA tela/ pittura a olio
  • ATTRIBUZIONI Sustermans Giusto Scuola
  • LUOGO DI CONSERVAZIONE Galleria Palatina e Appartamenti Reali
  • LOCALIZZAZIONE Palazzo Pitti
  • INDIRIZZO Piazza Pitti 1, Firenze (FI)
  • NOTIZIE STORICO CRITICHE Il dipinto ritrae Giacinto Talducci, maestro di fonderia (ovvero direttore della farmacia granducale) di Cosimo III, al cui incarico allude il volume delle opere del medico e alchimista Paracelso. Il personaggio, ritratto in abiti religiosi, è definito monsignore nell'iscrizione presente nel getto per una medaglia conservato presso il Museo del Bargello. L'attribuzione al Suttermans avanzata dalla Meloni Trkulja (1983), che per prima ha pubblicato il ritratto (1980), è stata respinta dalla Goldenberg Stoppato (2002, com. or.) e da Casciu (2003), che adduce anche considerazioni di ordine cronologico inerenti la data di morte del Talducci, avvenuta nel 1700. Il ritratto fu infatti presumibilmente eseguito a ridosso di questa data, considerata l'età ormai avanzata del personaggio, mentre il Suttermans morì nel 1681. I caratteri stilistici e la qualità del dipinto farebbero piuttosto pensare ad un seguace del Suttermans, al quale rimanda certamente la tipologia del ritratto
  • TIPOLOGIA SCHEDA Opere/oggetti d'arte
  • CONDIZIONE GIURIDICA proprietà Stato
  • CODICE DI CATALOGO NAZIONALE 0900745820
  • ENTE COMPETENTE PER LA TUTELA Le Gallerie degli Uffizi
  • ENTE SCHEDATORE Soprintendenza Speciale per il Patrimonio Storico Artistico ed Etnoantropologico e per il Polo Museale della citta' di Firenze
  • DATA DI COMPILAZIONE 2011
  • ISCRIZIONI sulla pagina del libro aperto - THEOPHRASTVS/ PARACELSVS/ Operum/ Medico/ Chimi[caorum] - lettere capitali - a pennello nero - latino
  • LICENZA CC-BY 4.0

ALTRE OPERE DELLA STESSA CITTA'