guarnizione, ca 1755 - ca 1765

Coppia di guarnizioni per abito, confezionate in tessuto di seta a fondo bluette (cannetillé) operato per effetto di slegature della trama di fondo e trame lanciate in sete policrome; profilature con passamaneria a telaio, in cordoncino rivestito di seta verde e avorio, con doppia serpentina legata ad armatura lousine in filato di seta verde

  • OGGETTO guarnizione
  • MATERIA E TECNICA seta/ tessitura a telaio
    seta/ cannetille'
    filo di seta/ trama lanciata
  • MISURE Altezza: 4.3 cm
    Larghezza: 31 cm
  • AMBITO CULTURALE Ambito Italiano
  • LUOGO DI CONSERVAZIONE Galleria del Costume
  • LOCALIZZAZIONE Palazzo Pitti
  • INDIRIZZO P.zza Pitti, 1, Firenze (FI)
  • NOTIZIE STORICO CRITICHE Trattasi di guarnizioni per abito confezionate (in età contemporanea) con tessuto ascrivibile al terzo quarto del XVIII secolo (confronti pertinenti con esemplare ad oggi conservato presso la Basilica di Sant'Antonio, a Padova). Furono utilizzate dalla Genoni per la confezione di un abito "di scena" (probabilmente ispirato ai modelli del Settecento veneziano) destinato alla Contessa Carla Erba Visconti di Modrone, per una delle rappresentazioni teatrali organizzate presso il teatrino della sua abitazione di Milano; la Contessa Erba condivideva col marito, Conte Visconti di Modrone, un'autentica passione per l'arte drammatica, che trovò concretizzazione nell'allestimento di spettacoli destinati ad un pubblico selezionato, che spaziavano dalla commedia di Plauto al genere di rivista
  • TIPOLOGIA SCHEDA Opere/oggetti d'arte
  • CONDIZIONE GIURIDICA proprietà Stato
  • CODICE DI CATALOGO NAZIONALE 0900344241-3
  • ENTE COMPETENTE PER LA TUTELA Le Gallerie degli Uffizi
  • ENTE SCHEDATORE Soprintendenza Speciale per il Patrimonio Storico Artistico ed Etnoantropologico e per il Polo Museale della citta' di Firenze
  • DATA DI COMPILAZIONE 2015

FA PARTE DI - BENI COMPONENTI

BENI CORRELATI

ALTRE OPERE DELLO STESSO PERIODO - ca 1755 - ca 1765

ALTRE OPERE DELLA STESSA CITTA'

ALTRE OPERE DELLO STESSO AMBITO CULTURALE