decorazione a ricamo, frammento - ambito milanese (inizio sec. XX)

decorazione a ricamo,

Prova di ricamo realizzato su raso di seta grigio-verde chiaro (riscontrata cimosa: cm 0.5, armatura gros de Tours), in filato di seta in tinta: cornice che alterna motivi a losanghe e nodi leonardeschi; ad una delle estremità, motivo a nodo leonardesco di dimensioni maggiori, con estremità gigliate (punti erba, pieno, nodini). Presente traccia per la decorazione a ricamo, ad inchiostro scuro

  • OGGETTO decorazione a ricamo
  • MATERIA E TECNICA filo di seta/ ricamo
    seta/ raso
  • AMBITO CULTURALE Ambito Milanese
  • LUOGO DI CONSERVAZIONE Galleria del Costume
  • LOCALIZZAZIONE Palazzo Pitti
  • INDIRIZZO P.zza Pitti 1, Firenze (FI)
  • NOTIZIE STORICO CRITICHE In linea con il gusto storicistico del periodo, l'esemplare in oggetto ripropone modelli di derivazione quattrocentesca. Eseguito con probabilità nell'ambito della casa di moda milanese Haardt et Fils (forse dalla Genoni stessa) per la confezione di capi esclusivi. Lo studio sulle decorazioni tratte dai Codici Leonardeschi (e nello specifico, dalla decorazione ad affresco sul soffitto della cosiddetta Sala delle Asse, al Castello Sforzesco di Milano) sfocerà nell'elaborazione di uno straordinario modello da sera, ideato dalla Genoni intorno al 1909 per la casa di moda milanese Haardt et Fils (appositamente indossato dalla signora Mary Maluta Martelli per la ripresa fotografica apparsa nella rivista Vita d'Arte - volume VI - come corredo all'articolo scritto dalla stessa Genoni)
  • TIPOLOGIA SCHEDA Opere/oggetti d'arte
  • CODICE DI CATALOGO NAZIONALE 0900344231-1
  • NUMERO D'INVENTARIO TA 1733
  • ENTE COMPETENTE PER LA TUTELA Le Gallerie degli Uffizi
  • ENTE SCHEDATORE Soprintendenza Speciale per il Patrimonio Storico Artistico ed Etnoantropologico e per il Polo Museale della citta' di Firenze
  • DATA DI COMPILAZIONE 2015
  • LICENZA METADATI CC-BY 4.0

FA PARTE DI - BENI COMPONENTI

BENI CORRELATI

ALTRE OPERE DELLA STESSA CITTA'

ALTRE OPERE DELLO STESSO AMBITO CULTURALE