Madonna in adorazione di Gesù Bambino

dipinto, post 1450 - ante 1499

Carpenteria con base e doppia cornice con fascia decorata

  • OGGETTO dipinto
  • MATERIA E TECNICA tavola/ pittura a tempera
  • ATTRIBUZIONI Pier Francesco Fiorentino Pseudo (attribuito): esecutore
  • LOCALIZZAZIONE Villa medicea della Petraia
  • INDIRIZZO Via della Petraia, 40, Firenze (FI)
  • NOTIZIE STORICO CRITICHE Il dipinto, di buon livello qualitativo, si inserisce nel vasto gruppo di "Adorazioni del Bambino" e di "Madonne" che va sotto il nome dello Pseudo Pier Francesco fiorentino. Questa figura va in realtà suddivisa in due o t re personalità artistiche che si riferiscono strettamente agli esempi di F ilippo Lippi, del Pesellino e di Jacopo del Sellaio (cfr. Iesi , 1958 e Padoa Rizzo, 1973). Questa tavola, che denuncia la derivazione dal dipinto d el Lippi per la cappella di palazzo Medici (Berlino), si avvicina soprattu tto nella figura della Madonna, alla pittura di Filippo. Il dipinto centinato raffigura la Vergine in primo piano, inginocchiata, in adorazione del Bambino, sdraiato in basso al centro della scena. In secondo piano San Giuseppe. Sullo sfondo si scorge un paesaggio di campagna. La fascia centrale della cornice è dipinta di blu e decorata con stelle dorate
  • TIPOLOGIA SCHEDA Opere/oggetti d'arte
  • CONDIZIONE GIURIDICA proprietà Stato
  • CODICE DI CATALOGO NAZIONALE 0900340159
  • ENTE COMPETENTE PER LA TUTELA Villa medicea della Petraia
  • ENTE SCHEDATORE Soprintendenza Speciale per il Patrimonio Storico Artistico ed Etnoantropologico e per il Polo Museale della citta' di Firenze
  • DATA DI COMPILAZIONE 1990
  • DATA DI AGGIORNAMENTO 2006
    2013
    2016
  • ISCRIZIONI retro - 110 (celeste sottolineato) 3385 (bruno barrato giallo) 3686 (giallo sovrapposto da 639 nero barrato rosso) 410 (rosso barrato celeste) 1765 (bruno barrato) 749 (bruno barrato nero) 115 (nero barrato bruno) - capitale - a pennello - latino

ALTRE OPERE DELLO STESSO AUTORE - Pier Francesco Fiorentino Pseudo (attribuito)

ALTRE OPERE DELLO STESSO PERIODO - post 1450 - ante 1499

ALTRE OPERE DELLA STESSA CITTA'