Madonna con Bambino

rilievo,

Personaggi: Madonna; Gesù bambino. Abbigliamento

  • OGGETTO rilievo
  • MATERIA E TECNICA marmo/ scultura
  • ATTRIBUZIONI Rossellino Antonio (1427/ 1479): esecutore
  • ALTRE ATTRIBUZIONI Desiderio da Settignano
    Andrea del Verrocchio
  • LOCALIZZAZIONE Reggello (FI)
  • NOTIZIE STORICO CRITICHE Il rilievo pervenne alla chiesa di san Clemente per interessamento di G. B. Caruana, che aveva assunto il patronato del sacro edificio nel 1822. Se ne ignora la provenienza. Le varie collocazioni successive si possono invece seguire puntualmente attraverso le annotazioni riportate negli inventari. In un primo tempo alla parete sinistra della chiesa (inventario del 20 aprile 1818, postilla databile al 1822: "in cornu Evangeli, [il "quadro"] è di marmo di bassorilievo, e rappresenta l'Immagine di M:a Santissima con Gesù Bambino fra le braggia [sic]"), venne trasferito in canonica (inventario del 26 luglio 1843: "sopra all'uscio di sala, che porta in Sagrestia, al di dentro, vi è una Madonna di marmo, con suo pargoletto in braccio"), quindi di nuovo in chiesa, ancora alla parete sinistra (inventario del 1853: "in Cornu Evangelii e precisamente sopra il Confessionario dirimpetto al Pulpito esiste una Madonna di Marmo con il suo Pargoletto in Braccio") e dipoi all'altare nella testata destra del transetto (forse in conseguenza dei lavori di restauro del 1877; cfr. scheda OA di O.H. Giglioli, 1914). La collocazione attuale risale a circa una ventina d'anni fa. L'opera, che mostra un'esecuzione di altissimo livello, venne pubblicata per la prima volta all'inizio di questo secolo da Giglioli, che vi riconobbe un lavoro giovanile di Antonio Rossellino, attribuzione accolta e condivisa dalla critica successiva, a parte alcune per altro autorevoli eccezioni (quale quella di Ragghianti (1938), convinto invece di scorgervi la mano di Desiderio da Settignano; o quella recente (1988) del Pope-Hennessy che ascrive il rilievo al Verrocchio)
  • TIPOLOGIA SCHEDA Opere/oggetti d'arte
  • CONDIZIONE GIURIDICA proprietà Ente religioso cattolico
  • CODICE DI CATALOGO NAZIONALE 0900335382
  • ENTE COMPETENTE PER LA TUTELA Soprintendenza Archeologia, belle arti e paesaggio per la citta' metropolitana di Firenze e le province di Pistoia e Prato
  • ENTE SCHEDATORE Soprintendenza per i beni artistici e storici delle province di Firenze, Pistoia e Prato
  • DATA DI COMPILAZIONE 1995
  • DATA DI AGGIORNAMENTO 2006
  • LICENZA METADATI CC-BY 4.0

ALTRE OPERE DELLO STESSO AUTORE - Rossellino Antonio (1427/ 1479)

ALTRE OPERE DELLA STESSA CITTA'