velo - manifattura di Bruxelles (sec. XIX)

velo, 1825 - 1835

Il velo è eseguito su un fondo a fuselli del tipo drochel. La rete veniva eseguita in piccole strisce di pochi centimetri, riunite insieme da punti invisibili di raccordo (raccroc). Il decoro è costituito da un rametto con quattro foglie, sparse per tutta l'ampiezza del fondo, mentre sul bordo è concentrato un motivo di un tralcio ondulato con grandi fiori, simili a girasoli, alcuni rivolti verso l'alto, altri verso il basso. Tutto il bordo è poi percorso da un sottile e simmetrico motivo floreale

  • OGGETTO velo
  • MATERIA E TECNICA filo di lino/ merletto a fuselli o tombolo
  • MISURE Lunghezza: 130 cm
    Larghezza: 100 cm
  • AMBITO CULTURALE Manifattura Di Bruxelles
  • LUOGO DI CONSERVAZIONE Museo di Palazzo Davanzati
  • LOCALIZZAZIONE Palazzo Davanzati già Davizzi
  • INDIRIZZO Via Porta rossa, 13, Firenze (FI)
  • NOTIZIE STORICO CRITICHE Il velo in application de Bruxelles testimonia la notevole quantità di questo genere di merletti eseguiti nel gusto tipico del decennio 1830-1840. Continuano ad essere di moda i leggeri merletti imposti dal Pirmo Impero, con simmetrici disegni sul fondo e un decoro floreale sul bordo, che nel decennio successivo all'impero tendono ad ampliarsi e a movimentarsi leggermente. L'application de Bruxelles era particolarmente adatto a questo gusto; infatti era un merletto nato proprio dalle trasformazioni della moda. Alla fine del XVIII secolo l'esiguità dei motivi, Luigi XVI avevano reso necessaria una trasformazione della tecnica del pizzo; poiché il fondo 'reseaux drochel' non poeva essere attccato intorno agli ornamenti divenuiti sempre più tenui, si ricorse all'applicazione. Fu uno dei merletti più costosi, perché richiedeva una manodopera molto specializzata, nelle varie e complesse fasi di lavorazione, e più richiesti e nonostante la sua fragilità fu usato anche nell'arredamento. Molti esemplari simili a questo sono pubblicati in Levey. Questo genere di accessorio è di moda nei primi decenni dell'Ottocento e li vediamo nel Journal des Dames e des Modes, costume parisiennes, 2072, Paris 1829 quando veniva indossato sui capelli e lasciato cadere lateralmente o anche intorno ai capelli
  • TIPOLOGIA SCHEDA Opere/oggetti d'arte
  • CONDIZIONE GIURIDICA proprietà Stato
  • CODICE DI CATALOGO NAZIONALE 0900162423
  • ENTE COMPETENTE PER LA TUTELA I Musei del Bargello - Museo di Palazzo Davanzati
  • ENTE SCHEDATORE Soprintendenza Speciale per il Patrimonio Storico Artistico ed Etnoantropologico e per il Polo Museale della citta' di Firenze
  • DATA DI COMPILAZIONE 1985
  • DATA DI AGGIORNAMENTO 2005
    2006

ALTRE OPERE DELLO STESSO PERIODO - 1825 - 1835

ALTRE OPERE DELLA STESSA CITTA'

ALTRE OPERE DELLO STESSO AMBITO CULTURALE