nozze di Perseo e Andromeda

dipinto, ca 1515 - ca 1520

Soggetti profani. Personaggi: Andromeda; Perseo; Fineo. Figure: armati; invitati; astanti; invitate. Abbigliamento: armature; sarcotto; farsetto; calzebrache; turbanti; tuniche. Paesaggi: colline; monti; alberi . Architetture: palazzo con loggia; scale. Oggetti: tavola imbandita; frecce; spade; scudo; brocca

  • OGGETTO dipinto
  • MATERIA E TECNICA tavola/ pittura a olio
  • MISURE Altezza: 60 cm
    Larghezza: 160 cm
  • ATTRIBUZIONI Maestro Di Serumido (1515 Ca./)
  • ALTRE ATTRIBUZIONI Piero di Cosimo
  • LUOGO DI CONSERVAZIONE Museo di Palazzo Davanzati
  • LOCALIZZAZIONE Palazzo Davanzati già Davizzi
  • INDIRIZZO Via Porta rossa, 13, Firenze (FI)
  • NOTIZIE STORICO CRITICHE Il pannello insieme ad altri due raffiguranti "Il sacrificio di Giove per la liberazione di Andromeda" e "La liberazione di Andromeda" soggetti tratti dalle "Metamorfosi" di Ovidio (IV, 750-751), fu ritenuto dal Milanesi (1880) facente parte del ciclo decorativo per le spalliere dipinte per Francesco Del Pugliese, citate da Vasari in maniera generica. In realtà Panofsky ritiene più probabile che siano da identificare con le spalliere Del Pugliese le Storie di Vulcano di Ottawa e Hartford. Nel 1666 sono citati anonimi fra le proprietà del cardinale Carlo nel casino di San Marco e successivamente per eredità giunsero in Galleria dove col riordinamento del Lanzi vengono esposti nel corridoio di Levante. Le tavole sono state sempre ritenute opere tarde di Piero di Cosimo, e solo il Lanzi (1782) notava "tengono della stessa maniera, ma non la uguagliano". Nel 1959 lo Zeri le ha staccate dal corpus di Piero di Cosimo e nel 1962 ha proposto il riferimento al cosiddetto Maestro di Serumido (che propone di identificare con Bastiano da Sangallo), originale personalità influenzata da Piero di Cosimo, Filippino Lippi, Francesco Granacci e aggiornato sulle opere vaticane di Michelangelo e Raffaello, proponendo una datazione intorno al 1515-1520. Recentemente (1995) il Natali, ha messo in dubbio la possibilità che possa trattarsi di opere della stessa mano, considerandole un po' più tarde come datazione. Lo studioso, per via di ipotesi, sarebbe favorevole ad una attribuzione dei dipinti a Ruberto Lippi, figlio di Filippino nato nel 1500 e morto nel 1574, nel quale forse potrebbe essere identificato il Maestro di Serumido
  • TIPOLOGIA SCHEDA Opere/oggetti d'arte
  • CONDIZIONE GIURIDICA proprietà Stato
  • CODICE DI CATALOGO NAZIONALE 0900161806
  • NUMERO D'INVENTARIO Davanzati 342
  • ENTE SCHEDATORE Soprintendenza Speciale per il Patrimonio Storico Artistico ed Etnoantropologico e per il Polo Museale della citta' di Firenze
  • DATA DI COMPILAZIONE 1985
  • DATA DI AGGIORNAMENTO 2004
    2006
  • LICENZA METADATI CC-BY 4.0

ALTRE OPERE DELLO STESSO AUTORE - Maestro Di Serumido (1515 Ca./)

ALTRE OPERE DELLO STESSO PERIODO - ca 1515 - ca 1520

ALTRE OPERE DELLA STESSA CITTA'