tabernacolo murale,

mensola formata da due cornucopie con cherunbino al centro, sostiene cornice su cui poggiano due angeli con candelabri ai lati e edicola centrale con pilatri con candelabra che sorreggono architrave a più cornici e coronamento semicircolare a nicchia con due angioletti oranti ai lati e Bambino benedicente al centro.i. Tra i piilasti due angeli laterali sostengono cortine pendenti dalla centinatura

  • OGGETTO tabernacolo murale
  • MATERIA E TECNICA terracotta/ invetriatura/ pittura
  • ATTRIBUZIONI Della Robbia Andrea (attribuito)
  • LOCALIZZAZIONE Barga (LU)
  • NOTIZIE STORICO CRITICHE La tradizione riportata nelle vecchie schede e nelle guide locali vuole fosse i comunicatorio delle Suore Domenicane e ttribuisce l'opera a Luca. Cavallucci- Moliner (1884) la vogliono dei seguaci dei della Robbia, una imitazione di buona fattura del Tabernacolo che desiderio da Settignano scolpì per S. Lorenzo a Firenze. Marquand (1893) pubblica unafoto e lo attribuisce ad Andrea proponendo una datazione intorno agli anni 1489- 1491 periodo in cui l'autore lavorava alle lunette della cattedrale e per il fregio della Chiesa di S. Maria delle Carceri di Prato e avanza inoltre l'ipotesi che Andra avesse una fornace a Barga nella località tutt'oggi detta Fornaci. Cruttwell (1902) cita l'opera come prodotto dell'atelier dei della Robbia, una versione del tabernacolo di Bolsena. Ancora Marquand nella sua monografia (19212) l'assegna questa volta all'atelier di Andrea intorno all'anno 1490 e vede nella decorazione del timpano l'influenza di Desiderio da Settignano. Rassumendo , nessuno degli specialisti attribuisce l'opera a Luca come invece vorrebbero le vecchie schede e le guide locali, mentre ocillano intorno ad Andrea e al suo atelier
  • TIPOLOGIA SCHEDA Opere/oggetti d'arte
  • CONDIZIONE GIURIDICA proprietà Ente religioso cattolico
  • CODICE DI CATALOGO NAZIONALE 0900107068
  • ENTE COMPETENTE PER LA TUTELA Soprintendenza Archeologia, belle arti e paesaggio per le province di Lucca e Massa Carrara
  • ENTE SCHEDATORE Soprintendenza per i beni architettonici e per il paesaggio, per il patrimonio storico artistico e demoetnoantropologico di Pisa, Livorno, Lucca e Massa Carrara

ALTRE OPERE DELLO STESSO AUTORE - Della Robbia Andrea (attribuito)

ALTRE OPERE DELLA STESSA CITTA'