ritratto del cantante Martelli

dipinto, ca 1640 - ca 1645

n.p

  • OGGETTO dipinto
  • MATERIA E TECNICA tela/ pittura a olio
  • MISURE Altezza: 70 cm
    Larghezza: 57.5 cm
  • ATTRIBUZIONI Leopoldo Medici De' (attribuito)
  • LUOGO DI CONSERVAZIONE Galleria Palatina e Appartamenti Reali
  • LOCALIZZAZIONE Palazzo Pitti
  • INDIRIZZO Piazza Pitti 1, Firenze (FI)
  • NOTIZIE STORICO CRITICHE Indicato come anonimo ma con un dubbioso riferimento a R. Manetti, nell'invetario del 1890 delle Gallerie. E' in realtà identificabile con un "quadro di tela senz'ornamento alto bracci 1 e 1/6 largo 1 dipintovi un giovane con giubbone verde trinciato e berrettino in capo che suona il liuto abbozzato dicono essere il ritratto del cantante Martelli di mano del S. Card.le ( Firenze, Archivio di Stato, Guardaroba Medicea 826, Inv. della collezione del Cardinale Leopoldo de' Medici, redatto nel 1675, c. 32 ). La descrizione dello stesso quadro ricompare nell'anno 1676 in un altro inv. con la precisazione "di mano di S.A.S. Cardinale Leopoldo" ( Guardaroba medicea 741, c. 472 ). Si tratta pertanto dell'unico dipinto finora identificato eseguito da Lepoldo de' Medici, di cui si conosceva l'inclinazione al disegno, ma non alla pittura. D'altronde che egli dipingesse è provato in maniera inequivocabile dalla descrizione di ritratti, paesaggi e nature morte date per sue nel succitato inventario del 1675. Come nota Evelina Borea, lo stile del dipinto ritrovato prova che il modello formale cui Leopoldo si rifaceva era la pittura di Lorenzo Lippi
  • TIPOLOGIA SCHEDA Opere/oggetti d'arte
  • CONDIZIONE GIURIDICA proprietà Stato
  • CODICE DI CATALOGO NAZIONALE 0900035164
  • ENTE COMPETENTE PER LA TUTELA Le Gallerie degli Uffizi
  • ENTE SCHEDATORE Soprintendenza Speciale per il Patrimonio Storico Artistico ed Etnoantropologico e per il Polo Museale della citta' di Firenze
  • DATA DI COMPILAZIONE 1973
  • DATA DI AGGIORNAMENTO 2006
    2007
  • ISCRIZIONI sul telaio - 1185 (rosso) - corsivo - a stampa -

ALTRE OPERE DELLO STESSO PERIODO - ca 1640 - ca 1645

ALTRE OPERE DELLA STESSA CITTA'