vocazione di San Pietro e Sant'Andrea

dipinto, ca 1505 - ca 1505

L'affresco a forma di lunetta rappresenta la vocazione di S. Pietro e S. Andrea da parte di Gesù: un apostolo è ancora sulla barca, l'altro si dirige verso il Maestro. Sotto è lo stemma Cavalcanti fra motivi decorativi di grottesche. La frase nell'architrave di Mt. 4,19

  • OGGETTO dipinto
  • MATERIA E TECNICA intonaco/ pittura a fresco
  • ATTRIBUZIONI Buglioni Benedetto (attribuito): esecutore
  • LOCALIZZAZIONE Barberino di Mugello (FI)
  • NOTIZIE STORICO CRITICHE L'affresco oltre ad essere un esempio considerevole della produzione pittorica fiorentina rinascimentale, riveste un particolare interesse per la data che ci permette di collocare nel tempo con esattezza anche gli altri affreschi della medesima casa canonica. La Guida d'Italia attribuisce gli affreschi del chiostro a Bartolomeo di Giovanni. L'ipotesi è plausibile: questi affreschi infatti riflettono i modi tipici del pittore, in bilico fra suggestioni tradizionali alla maniera del Ghirlandaio, Rosselli etc... e i ritmi perugineschi
  • TIPOLOGIA SCHEDA Opere/oggetti d'arte
  • CONDIZIONE GIURIDICA detenzione Ente religioso cattolico
  • CODICE DI CATALOGO NAZIONALE 0900004566
  • ENTE COMPETENTE PER LA TUTELA Soprintendenza Archeologia, belle arti e paesaggio per la citta' metropolitana di Firenze e le province di Pistoia e Prato
  • ENTE SCHEDATORE Soprintendenza Archeologia, belle arti e paesaggio per la citta' metropolitana di Firenze e le province di Pistoia e Prato
  • DATA DI COMPILAZIONE 1972
  • ISCRIZIONI nell'architrave - MDV - numeri romani - a inchiostro -
  • LICENZA METADATI CC-BY 4.0

ALTRE OPERE DELLO STESSO AUTORE - Buglioni Benedetto (attribuito)

ALTRE OPERE DELLO STESSO PERIODO - ca 1505 - ca 1505

ALTRE OPERE DELLA STESSA CITTA'