monumento ai caduti - a pilo - ambito reggiano (sec. XX)

monumento ai caduti a pilo, 1925 - 1925/08/02

Imponente monumento "a faro" con base quadrangolare, una seconda base più stretta ottagonale alla quale sono affisse le lapidi in memoria dei caduti della seconda guerra mondiale, e un corpo slanciato dalla struttura complessa. La parte inferiore, a sezione mistilinea, reca sul fronte sud - verso la scuola - una targa con la scritta dedicatoria ornata da un fascio di foglie d'alloro e di quercia legate da un nastro e sormontate da un'aquila posata sul fiocco del nastro stesso; il tutto è apparentemente in stucco o altro materiale plastico. A destra e a sinistra- lati est ed ovest - sono affisse le due lapidi con i nomi dei caduti, in pietra bianca della Lessinia, sormontate da uno stemma con un cane con aluni oggetti in bocca, simbolo parziale del Comune di Bibbiano. Sul fronte nord, ad avvolgere parte di questa struttura, un bassorilievo in bronzo con una allegoria della Patria come donna vestita all'antica con corona in mano e, ai suoi lati, quattro soldati - due per parte - ignudi, come atleti antichi, ma con elmetto in testa. La parte superiore del monumento è costituita dal corpo del faro, anch'esso a sezione mistilinea, con le rientranze ornate dai colori della bandiera italiana, una base riccamente ornata da festoni di foglie e rami di palma, e un coronamento anch'esso ri

  • OGGETTO monumento ai caduti a pilo
  • MATERIA E TECNICA bronzo/ fusione
    stucco/ modellatura
    CEMENTO
    pietra bianca/ incisione
  • MISURE Profondità: 300 cm
    Altezza: 600 cm
  • AMBITO CULTURALE Ambito Reggiano
  • LOCALIZZAZIONE Scuola Pietro del Rio (Primaria Neria Secchi)
  • INDIRIZZO Via 24 Maggio, Bibbiano (RE)
  • NOTIZIE STORICO CRITICHE Il monumento ai caduti della frazione di Barco, di notevole impatto visivo e complessità esecutiva, sorge nel giardino antistante la scuola Pietro del Rio, oggi confluita come responsabilità nell'Istituto Comprensivo Montecchio (Scuola Primaria Neria Secchi). Fu inaugurato il 2 agosto 1925. (Bibliografia e sitografia: Nicola Brugnoli, Antonio Canovi, “Le pietre dolenti. Dopo la Resistenza: i monumenti civili, il pantheon delle memorie a Reggio Emilia”, prefazione di Leonardo Paggi, Reggio Emilia, RS Libri, 2000, p. 15; http://reggioemiliaturismo.provincia.re.it/page.asp?IDCategoria=2949&IDSezione=21375&ID=650364; http://www.anpireggioemilia.it/wp-content/uploads/2014/06/Bibbiano_ReportMonumenti_20140531.pdf)
  • TIPOLOGIA SCHEDA Opere/oggetti d'arte
  • CONDIZIONE GIURIDICA proprietà Ente pubblico territoriale
  • CODICE DI CATALOGO NAZIONALE 0800634472
  • ENTE COMPETENTE PER LA TUTELA Soprintendenza Archeologia, belle arti e paesaggio per la citta' metropolitana di Bologna e le province di Modena, Reggio Emilia e Ferrara
  • ENTE SCHEDATORE Soprintendenza Archeologia, belle arti e paesaggio per la citta' metropolitana di Bologna e le province di Modena, Reggio Emilia e Ferrara
  • DATA DI COMPILAZIONE 2016
  • ISCRIZIONI lato sud - BARCO/ AI/ SUOI CADUTI - capitale - a solchi -
  • STEMMI sopra le lapidi con i nomi dei caduti - comunale - Stemma - Comune di Bibbiano - 2 - vedi foto

ALTRE OPERE DELLA STESSA CITTA'

ALTRE OPERE DELLO STESSO AMBITO CULTURALE

ITINERARI