monumento ai caduti - ad emiciclo - bottega piacentina (sec. XX)

monumento ai caduti ad emiciclo, post 1946 - ca 1960

Il monumento somma due tipologie comuni nei monumenti ai caduti eretti nel primo dopoguerra: la colonna spezzata e l'esedra. Al centro del semicerchio la colonna spezzata, ai lati si aprono due ali in pietra recanti i nomi dei caduti delle due guerre mentre il basamento, in marmo grigio venato, ospita due croci e, al centro, due fucili incrociati con elmetto

  • OGGETTO monumento ai caduti ad emiciclo
  • MATERIA E TECNICA bronzo/ fusione
    Marmo
    Ottone
    CEMENTO
    pietra/ incisione
  • AMBITO CULTURALE Bottega Piacentina
  • LOCALIZZAZIONE Località Seguzzone
  • INDIRIZZO Località Seguzzone, Nibbiano (PC)
  • NOTIZIE STORICO CRITICHE Eretto, o trasformato, nel secondo dopoguerra, il monumento di Sala Mandelli riprende la tipologia a esedra che caratterizza anche altri monumenti ai caduti realizzati negli anni Venti del Novecento. (Bibliografia e sitografia: http://www.partigiani-piacentini.net/nibbiano/index.jspeldoc?IdC=1526&IdS=1573&tipo_cliccato=0&tipo_padre=0&nav=1&css=&pos=1&menu=1; "La grande guerra. Monumenti e testimonianze nelle province di Parma e Piacenza", a cura della SBSAE di Parma e Piacenza, 2013, p. 190)
  • TIPOLOGIA SCHEDA Opere/oggetti d'arte
  • CONDIZIONE GIURIDICA proprietà Ente pubblico territoriale
  • CODICE DI CATALOGO NAZIONALE 0800577561
  • ENTE COMPETENTE PER LA TUTELA Soprintendenza per i Beni Storici Artistici ed Etnoantropologici per le province di Parma e Piacenza
  • ENTE SCHEDATORE Soprintendenza per i Beni Storici Artistici ed Etnoantropologici per le province di Parma e Piacenza
  • DATA DI COMPILAZIONE 2014
  • ISCRIZIONI sulla base, al centro, sotto i fucili incrociati - SALA MANDELLI/ MEMORE E RICONOSCENTE RICORDA AI POSTERI/ I PRODI SUOI FIGLI/ PER LA PATRIA EROICAMENTE CADUTI - maiuscolo - a solchi - italiano
  • LICENZA CC-BY 4.0

ALTRE OPERE DELLO STESSO PERIODO - post 1946 - ca 1960

ALTRE OPERE DELLA STESSA CITTA'

ALTRE OPERE DELLO STESSO AMBITO CULTURALE

ITINERARI