monumento funebre - a tempietto - ambito parmense (sec. XX)

monumento funebre a tempietto, ca 1920 - ca 1920

Il monumento si struttura come un monolitico tempietto a pianta centrale con quattro ampi portali, (du cui due ciechi) sormontati da importanti fastigi rettangolari, coronata da un'alta cupola costolata che si imposta direttamente sui muri perimetrali e decorata in basso da una fascia continua con un motivo ornamentale riproducente anfore cinerarie classiche. Nella parte mediana della calotta della cupola corre un motivo a festone fitomorfo, mentre in alto è chiusa da una lanterna sulla quale arde un finto braciere in pietra

  • OGGETTO monumento funebre a tempietto
  • MATERIA E TECNICA PIETRA CALCAREA
  • AMBITO CULTURALE Ambito Parmense
  • LUOGO DI CONSERVAZIONE Cimitero della Villetta
  • INDIRIZZO Viale della Villetta, 29/B, Parma (PR)
  • NOTIZIE STORICO CRITICHE Questo monumento funerario si inserisce appieno all'interno di quel gusto architettonico che coniugava ecclettismo e decò che aveva in area emiliana uno dei più interessanti centri di diffusione. La lezione di D'Aronco e d'Arata sembra qui particolarmente evidente nella volontà di esasperare le volumetrie del tempietto nella ricerca creativa di qualche cosa che fosse a metà strada tra il monumento sepolcrale e la cappella/tempietto. Un atteggiamento in linea con le teorizzazioni sulle necropoli urbane ideate da Giulio Ulisse Arata all'inizio del secolo
  • TIPOLOGIA SCHEDA Opere/oggetti d'arte
  • CONDIZIONE GIURIDICA proprietà Ente pubblico territoriale
  • CODICE DI CATALOGO NAZIONALE 0800381018
  • ENTE COMPETENTE PER LA TUTELA Soprintendenza per i Beni Storici Artistici ed Etnoantropologici per le province di Parma e Piacenza
  • ENTE SCHEDATORE Soprintendenza per i Beni Storici Artistici ed Etnoantropologici per le province di Parma e Piacenza
  • DATA DI COMPILAZIONE 2002
  • DATA DI AGGIORNAMENTO 2006
  • LICENZA CC-BY 4.0

ALTRE OPERE DELLO STESSO PERIODO - ca 1920 - ca 1920

ALTRE OPERE DELLA STESSA CITTA'

ALTRE OPERE DELLO STESSO AMBITO CULTURALE