organo di Traeri Gian Domenico detto Brescianino (sec. XVIII)

organo, 1724 - 1724

Collocato pavimento della navata laterale "in cornu Evangelii". Cassa lignea, posta su basamento indipendente, con fregi intagliati e con ridipintura a smalto sintetico. Facciata di 17 canne da Fa diesis2 a tre cuspidi (5/7/5); labbro superiore "a mitria"

  • OGGETTO organo
  • MATERIA E TECNICA legno/ intaglio/ smaltatura
  • ATTRIBUZIONI Gian Domenico Traeri Detto Brescianino
  • LOCALIZZAZIONE Bomporto (MO)
  • NOTIZIE STORICO CRITICHE La chiesa apparteneva ai PP. Serviti di Bomporto, soppressi per ordine ducale nel 1768. I beni immobili del convento furono applicati al Seminario di Modena, ma le cantorie e l'organo della chiesa furono concessi alla Confraternita del Rosario di Bomporto. Con ogni probabilità l'organo restò poi a disposizione della chiesa (parrocchiale dal 1769). Gli interventi operati da Ferdinando Ghidoni e in seguito da Rodolfo Guerini nel secondo dopoguerra hanno in parte alterato la fisionomia dello strumento. Il basamento dello organo è rimasto danneggiato nel corso di un'alluvione verificatasi negli anni sessanta di questo secolo, dopo che l'organo era stato levato dalla cantoria e posto sul pavimento del presbiterio dal Guerini
  • TIPOLOGIA SCHEDA Opere/oggetti d'arte
  • CONDIZIONE GIURIDICA proprietà Ente religioso cattolico
  • CODICE DI CATALOGO NAZIONALE 0800235747
  • ENTE COMPETENTE PER LA TUTELA Soprintendenza per i Beni Storici Artistici ed Etnoantropologici per le province di Modena e Reggio Emilia
  • ENTE SCHEDATORE Soprintendenza per i Beni Storici Artistici ed Etnoantropologici per le province di Modena e Reggio Emilia
  • DATA DI COMPILAZIONE 1991
  • DATA DI AGGIORNAMENTO 2010
  • ISCRIZIONI manoscritta sul fondo della secreta del somiere maestro - "loannes Dominicus de Traheris/ bononiensis dicto bresciano, hoc opus/ fecit anno salutis MDCCXXIIII Mutinae" -

ALTRE OPERE DELLO STESSO AUTORE - Gian Domenico Traeri Detto Brescianino

ALTRE OPERE DELLO STESSO PERIODO - 1724 - 1724

ALTRE OPERE DELLA STESSA CITTA'