martirio di San Lorenzo

dipinto, 1796 - 1804

Al centro della composizione San Lorenzo, coperto solo di un perizoma, incatenato alla graticola per le braccia e le caviglie, si rivolge in atteggiamento dialogante ai suoi persecutori. In primo piano a sinistra, un aguzzino accosciato aggiunge con una pala del carbone, che porta in una grande cesta un suo compagno; a destra un soldato visto di spalle con elmo piumato, mantello rosso ed uno scudo rettangolare con un fascio di folgori alate, emblema di Giove. Dietro la graticola si trovano, a sinistra, una donna e due guerrieri (uno con elmo e lancia; l'altro con il fascio littorio) impegnati in un'animata discussione; sulla destra, un sacerdote dalla folta barba e con il capo velato da un manto bianco tenta di convincere il Martire ad adorare una statuetta di Giove che tiene in mano. Su un alto basamento l'imperatore Decio (incoronato d'alloro e vestito di un manto rosso) assiste sbigottito all'evento con due consiglieri. Dal cielo scendono verso il Martire tre angioletti recenti la palma del martirio, corona d'alloro e mazzo di rose

  • OGGETTO dipinto
  • MATERIA E TECNICA tela/ pittura a olio
  • ATTRIBUZIONI Gherardi Giuseppe (1756/ 1828)
  • LOCALIZZAZIONE San Giorgio Piacentino (PC)
  • NOTIZIE STORICO CRITICHE La cornice dorata con volute angolari è originale. Emilio Nasalli Rocca (1938) informa che la grande tela, datata 1804, sarebbe stata commissionata al Girardi fin dal 1796. E' da segnalare come il quadro, benché firmato, non è rifinito; la zona superiore verso la sinistra (colonna e drappi) è infatti solo delineata ma non dipinta. Un'insistente ma non verificabile tradizione locale vuole che il dipinto fosse stato originariamente realizzato per Cortemaggiore e solo in un secondo tempo pervenuto a Godi (tesi che peraltro si accorda male con la notizia del Nasalli riportata sopra). Giuseppe Girardi (o Gherardi) fu un pittore accademico largamente attivo a Piacenza ed in provincia che, per quanto oggi quasi dimenticato, godette in vita di buona fama e fu per diverso tempo direttore dell'Istituto Gazzola di Piacenza. La grande tela di Godi rappresenta uno degli esiti estremi della sua attività
  • TIPOLOGIA SCHEDA Opere/oggetti d'arte
  • CONDIZIONE GIURIDICA proprietà Ente religioso cattolico
  • CODICE DI CATALOGO NAZIONALE 0800201862
  • ENTE COMPETENTE PER LA TUTELA Soprintendenza per i Beni Storici Artistici ed Etnoantropologici per le province di Parma e Piacenza
  • ENTE SCHEDATORE Soprintendenza per i Beni Storici Artistici ed Etnoantropologici per le province di Parma e Piacenza
  • DATA DI COMPILAZIONE 1992
  • DATA DI AGGIORNAMENTO 2006
  • ISCRIZIONI nell'angolo in basso a sinistra - GIUSEPPE GIRARDI IN. E DIP./ IN PIACENZA ANNO 1804 - lettere capitali - a pennello -
  • LICENZA METADATI CC-BY 4.0

ALTRE OPERE DELLO STESSO AUTORE - Gherardi Giuseppe (1756/ 1828)

ALTRE OPERE DELLO STESSO PERIODO - 1796 - 1804

ALTRE OPERE DELLA STESSA CITTA'