Storie della vita di Santa Caterina

dipinto, ca 1530 - ca 1530

Sulla parete destra della cappella, sopra la tela con il "Matrimonio mistico di Santa Caterina", si trova la lunetta con il "Martirio della Santa"; sulla parete di sinistra il grande affresco con la "Disputa di Santa Caterina" e sopra la lunetta con la "Decapitazione della Santa". I pilastri sono decorati con putti alternati a strumenti musicali, elmi, corazze, lance e spade; i due sottarchi sono decorati a fasce di putti, su fondo oro, con strumenti musicali e animali. Nel tamburo della cupola sono affrescate cinque sante: Santa Barbara, Sant'Elena, Santa Maria Maddalena, Sant'Agata e Santa Margherita; sulle vele della cupola sono raffigurati Apostoli alternati a fasce di putti, al centro delle quali, in un medaglione monocromato, sono dipinti momenti della Passione del Signore. Al centro della cupola, intorno all'apertura della lanterna, una corona di putti che tengono nastri ed encarpi

  • OGGETTO dipinto
  • MATERIA E TECNICA intonaco/ pittura a fresco
  • ATTRIBUZIONI Giovanni Antonio De' Detto Pordenone
  • LOCALIZZAZIONE Basilica di S. Maria di Campagna
  • INDIRIZZO p.le delle Crociate, Piacenza (PC)
  • NOTIZIE STORICO CRITICHE Commissionata al Pordenone nel 1529-30, la decorazione della cappella è quasi tutta opera sua, con l collaborazione forse di aiuti nelle parti decorative. Risolto molto felicemente l'affresco con la "Disputa", che ricorda, senza plagio di sorta, la "Scuola d'Atene" e la "Messa di Bolsena" di Raffaello. Vivaci i colori e contenuta la composizione nelle due lunette, con il "Martirio" e la "Decapitazione". Vigorose le figure degli apostoli nelle vele della cupola, anche se in parte illeggibili per i danni provocati dall'umidità; abbastanza bene si sono conservate invece le Sante del tamburo. Quasi tutti gli affreschi della cupola sono stati staccati nel 1970 e portati su un supporto tra due strati di resina di vetro che ne racchiude uno di poliuretano espanso; il tutto sostenuto da leggera armatura metallica (nelle sante del tamburo). Quindi sono stati riposti nel luogo originario. Nel complesso, la decorazione della cappella è da considerarsi di notevole interesse artistico. Una copia antica della parte inferiore della "Disputa" è presso i nobili Gulieri di Piacenza
  • TIPOLOGIA SCHEDA Opere/oggetti d'arte
  • CONDIZIONE GIURIDICA proprietà Ente pubblico territoriale
  • CODICE DI CATALOGO NAZIONALE 0800107149
  • ENTE COMPETENTE PER LA TUTELA Soprintendenza per i Beni Storici Artistici ed Etnoantropologici per le province di Parma e Piacenza
  • ENTE SCHEDATORE Soprintendenza per i Beni Storici Artistici ed Etnoantropologici per le province di Parma e Piacenza
  • DATA DI COMPILAZIONE 1941
  • DATA DI AGGIORNAMENTO 1975
    2006

ALTRE OPERE DELLO STESSO AUTORE - Giovanni Antonio De' Detto Pordenone

ALTRE OPERE DELLO STESSO PERIODO - ca 1530 - ca 1530

ALTRE OPERE DELLA STESSA CITTA'