soggetto assente

lapide commemorativa ai caduti, 1924 - 1924/10/05
Vicario Coriolano (attribuito)
notizie XX secolo

La lapide, di formato rettangolare e profilata in marmo nero, poggia su sei zoccoli aggettanti. Si compone di quattro lastre marmoree, ciascuna con gli angoli evidenziati da borchie metalliche circolari e contenenti, incisi, i nomi dei caduti. Una epigrafe scultorea inserita in un timpano decorato a girali e nastri svolazzanti, contenente la dedicazione, sormonta la lapide. Sugli angoli superiori sono presenti volute fitomorfe. All’esterno del tempietto di San Pietro, sul lato destro, sono collocate tre lapidi: una lastra bronzea con il testo del Bollettino della Vittoria (Diaz, 4 novembre 1918), la dedicazione, avvenuta alla presenza del re, Vittorio Emanuele III, ed una lapide a ricordo dei caduti nel secondo conflitto mondiale

  • OGGETTO lapide commemorativa ai caduti
  • MATERIA E TECNICA marmo grigio
    MARMO NERO
  • ATTRIBUZIONI Berlam Arduino (attribuito): progettista
    Vicario Coriolano (attribuito): scultore
  • LUOGO DI CONSERVAZIONE Chiesetta di San Pietro dedicata ai caduti
  • INDIRIZZO Via 24 Maggio, Tricesimo (UD)
  • NOTIZIE STORICO CRITICHE La comunità di Tricesimo decise di dedicare alla memoria dei suoi caduti la quattrocentesca chiesetta di San Pietro, restaurata in occasione della visita del re Vittorio Emanuele III. L'architetto Arduino Berlam progettò le gradinate esterne, la risistemazione del piazzale antistante e la definizione del pronao con le lapidi. Berlam progettò anche il lampadario centrale, realizzato poi da Alberto Calligaris che eseguì anche le artistiche cancellate, mentre il professor Mario Sgobaro eseguì i graffiti, le decorazioni policrome ed il restauro della pala d'altare. In seguito furono inserite lapidi a ricordo dei caduti nel secondo conflitto mondiale. Il monumento fu inaugurato domenica 5 ottobre 1924 alla presenza del re Vittorio Emanuele III. Nell'articolo della "Patria del Friuli" di mercoledì 21 novembre 1923 viene citato anche Coriolano Vicario come esecutore delle lapidi. Bibliografia: "La Patria del Friuli", mercoledì 21 novembre 1923; "La Patria del Friuli", venerdì 3 ottobre 1924; "La Patria del Friuli", lunedì 6 ottobre 1924; La Panarie, a. I, n. 6, nov. dic. 1924
  • TIPOLOGIA SCHEDA Opere/oggetti d'arte
  • CONDIZIONE GIURIDICA proprietà Ente pubblico territoriale
  • CODICE DI CATALOGO NAZIONALE 0600166106
  • ENTE COMPETENTE PER LA TUTELA Soprintendenza Archeologia, belle arti e paesaggio del Friuli Venezia Giulia
  • ENTE SCHEDATORE Soprintendenza per i Beni Storici Artistici ed Etnoantropologici del Friuli - Venezia Giulia
  • DATA DI COMPILAZIONE 2014
  • DATA DI AGGIORNAMENTO 2016
  • ISCRIZIONI timpano - MCMXV + MCMXVIII/ TRICESIMO ONORA QUI/ I SUOI EROICI CADUTI - capitale - a incisione - italiano
  • LICENZA METADATI CC-BY 4.0

ALTRE OPERE DELLO STESSO AUTORE - Berlam Arduino (attribuito)

ALTRE OPERE DELLO STESSO AUTORE - Vicario Coriolano (attribuito)

ALTRE OPERE DELLO STESSO PERIODO - 1924 - 1924/10/05

ALTRE OPERE DELLA STESSA CITTA'

ITINERARI