cavalli

rilievo, ca 1495/00/00 - ca 1505/00/00

Tre cavalli appaiati, in scorcio sul fianco sinistro, sellati e bardati, in riposo; due si nutrono del fieno posto a terra, il terzo, sullo sfondo, mangia dal bacile sorretto da un garzone. Patina nera, opaca

  • OGGETTO rilievo
  • MATERIA E TECNICA bronzo/ fusione
  • ATTRIBUZIONI Andrea Briosco Detto Riccio: scultore
  • ALTRE ATTRIBUZIONI Bellano, Bartolomeo
  • LUOGO DI CONSERVAZIONE Galleria Giorgio Franchetti alla Ca' d'Oro
  • LOCALIZZAZIONE Ca' d'Oro
  • INDIRIZZO Cannaregio 3932, Venezia (VE)
  • NOTIZIE STORICO CRITICHE Provenienza: Padova, coll. Mantova-Benavides (1695); Padova, coll. monastero dei canonici regolari lateranensi di San Giovanni di Verdara, fino al 1783; trasferito nella Biblioteca Marciana; quindi nel Reale Museo Archeologico di Venezia con sede in Palazzo Ducale, ca. dal 1895; depositato presso la Galleria Giorgio Franchetti alla Ca’ d’Oro, ca. 1926. Il rilievo è stato alternativamente attribuito a Bartolomeo Bellano e ad Andrea Riccio: assegnato inizialmente a Bellano da Bode (1891), fu Venturi (1896), seguito da Planiscig (1921) e dalle prime guide di Ca’ d’Oro (Fogolari, Nebbia, Moschini 1929; Fogolari 1936) a smentire la prima ipotesi di Bode riconoscendo il rilievo ad Andrea Briosco, mentre il resto della critica, confermando una rivalutazione proposta dallo stesso Planiscig (1927), stabiliva la paternità di Bellano. Con l’eccezione di Mariacher (1971), solo Augusti (in Rinascimento e Passione 2008) ha nuovamente proposto l'attribuzione a Briosco. I tre cavalli sono raffigurati uno accanto all'altro, due chini a mangiare la biada, mentre l'ultimo solleva la testa per mangiare il fieno recato da uno stalliere. Gli animali sono coperti da ricche gualdrappe che li identificano come cavalli a parata o da caccia, dunque non comuni animali da lavoro. Il ritmico ondeggiare dei peli delle criniere, il naturalistico dettaglio degli escrementi mal riavvicinano il bronzo ai modi asciutti del Bellano, e portano a riferire l'opera ai modi del Riccio, assegnazione confermata anche dall'eleganza delle linee e dalle decorazioni classicheggianti delle gualdrappe
  • TIPOLOGIA SCHEDA Opere/oggetti d'arte
  • CONDIZIONE GIURIDICA proprietà Stato
  • CODICE DI CATALOGO NAZIONALE 0500417757
  • ENTE COMPETENTE PER LA TUTELA Soprintendenza Speciale per il Patrimonio Storico Artistico Etnoantropologico e per il Polo Museale della citta' di Venezia e dei comuni della gronda lagunare
  • ENTE SCHEDATORE Soprintendenza Speciale per il Patrimonio Storico Artistico Etnoantropologico e per il Polo Museale della citta' di Venezia e dei comuni della gronda lagunare
  • DATA DI COMPILAZIONE 1979
  • DATA DI AGGIORNAMENTO 2014
    2009

ALTRE OPERE DELLO STESSO AUTORE - Andrea Briosco Detto Riccio

ALTRE OPERE DELLA STESSA CITTA'