allegoria della Patria

monumento ai caduti ad ara, post 1951/09/27 - ca 1952
Ruperto Banterle
1889/ 1968

Il monumento si sviluppa su due gradini, dove, sul lato anteriore, poggia una lampada votiva sorretta da una coppia di aquile in bronzo, legate per le ali da una ghirlanda. Sopra un'alzata sorge un basamento rivestito in marmo, con iscrizione commemorativa sul fronte. Lo sovrasta un'ara, semi coperta da una figura femminile in bronzo, che vi si appoggia con entrambe le mani. Questa, con fare elegante e fiero, si porge in avanti, porta una corona sul capo ed indossa un abito lungo. Ai suoi fianchi coprono il fronte dell'ara due lastre marmoree dove ricorrono i nomi dei caduti della I e II guerra mondiale. L'opera è cinta da una catena metallica sorretta agli angoli da quattro proiettili di grandi dimensioni. Sui lati del monumento, lungo il fronte strada, si trova il Parco della Rimembranza

  • OGGETTO monumento ai caduti ad ara
  • MATERIA E TECNICA Bronzo
    PIETRA
    Marmo
  • MISURE Altezza: 342cm
    Lunghezza: 342 cm
    Larghezza: 252cm
    : 252 cm
    : 355cm
    : 355 cm
  • ATTRIBUZIONI Ruperto Banterle: scultore
  • LOCALIZZAZIONE Via Ferrari
  • INDIRIZZO Via Ferrari, Isola Rizza (VR)
  • NOTIZIE STORICO CRITICHE Isola Rizza inaugurò il proprio monumento ai caduti della I guerra mondiale il 24 ottobre 1920. L’opera, come ricorda il quotidiano “L’Arena”, fu realizzata dal giovane scultore Ruperto Banterle, e raffigurava l'Italia riconoscente ai Caduti in Guerra. Nel corso del II conflitto mondiale, per rispondere alle necessità della produzione bellica, il manufatto venne incluso nell'elenco dei monumenti in bronzo della Provincia di Verona alla cui fusione nulla osta, trasmesso dal Ministro dell'Educazione Nazionale alla Presidenza del Consiglio dei Ministri. Diversi anni dopo il termine del conflitto venne nuovamente contattato lo scultore Ruperto Banterle; e il 27 settembre del 1951 il Consiglio Comunale di Isola Rizza approvò il progetto per la realizzazione di un nuovo monumento dedicato alla memoria dei caduti di tutte le guerre. Erano presenti: il sindaco Olivati Sergio, il segretario comunale sig. Beghini Egidio, gli assessori Guarinoni Angelo, Cavallaro Giuseppe, Gaspari Vaccari avv. Giannello, Rossignoli Giovanni. In tale occasione l’assemblea deliberò l’approvazione del preventivo di spesa pari a Lire 160.000, oltre alle spese accessorie di illuminazione di circa 20.000 Lire, “divenendo in tal modo una complessiva somma di 180.000 Lire, viene proposto che il Presidente dei Combattenti faccia riunione di tutti i combattenti e reduci per promuovere una sottoscrizione allo scopo di raccogliere i fondi sufficienti per la spesa di cui trattasi e che il Comune abbia, se del caso, a concorrere.” (Bibl.:G. Trevisan, "Memorie della Grande Guerra. I monumenti ai Caduti di Verona e Provincia", Verona 2005, pp. 27-29, 80; http://www.prolocoisolarizza.com/monumenti/)
  • TIPOLOGIA SCHEDA Opere/oggetti d'arte
  • CONDIZIONE GIURIDICA proprietà Ente pubblico territoriale
  • CODICE DI CATALOGO NAZIONALE 0500406440
  • ENTE COMPETENTE PER LA TUTELA Soprintendenza Archeologia, belle arti e paesaggio per le province di Verona, Rovigo e Vicenza
  • ENTE SCHEDATORE Soprintendenza Archeologia, belle arti e paesaggio per le province di Verona, Rovigo e Vicenza
  • DATA DI COMPILAZIONE 2016
  • ISCRIZIONI lato anteriore/ al centro - DALLO SPLENDORE DEI SVOI CIELI/ LA PATRIA SVI FIGLI CADVTI/ IRRAGGIA AVRORA ETERNA DI GLORIA - capitale - A MATRICE - latino

ALTRE OPERE DELLO STESSO AUTORE - Ruperto Banterle

ALTRE OPERE DELLA STESSA CITTA'