Madonna con Bambino e tre magistrati

dipinto, 1586 - 1586

Dipinto rettangolare a olio su tela. Personaggi: Madonna; Bambino; Magistrati (Bartolomeo Paruta; Sebastiano Cappello; Nicolò Bon). Paesaggio: Montagne; Nuvole. Sulla sinistra i tre magistrati vestiti con mantelli bordati di ermellino sulle maniche e sul davanti. Dietro a questi vi è lo sfondo scuro, uniforme. Al centro paesaggio rettangolare con montagne e cielo nuvoloso con sotto gli stemmi dei committenti. Sulla destra, su sfondo panneggiato, la Madonna con il volto di profilo e il bambino teso verso sinistra

  • OGGETTO dipinto
  • MATERIA E TECNICA tela/ pittura a olio
  • MISURE Altezza: 93
    Larghezza: 275
  • AMBITO CULTURALE Ambito Veneto
  • ALTRE ATTRIBUZIONI Tintoretto, Jacopo
    Tintoretto Domenico
  • LUOGO DI CONSERVAZIONE Fondazione "Giorgio Cini"
  • LOCALIZZAZIONE Fondazione "Giorgio Cini"
  • INDIRIZZO Isola di San Giorgio Maggiore, Venezia (VE)
  • NOTIZIE STORICO CRITICHE Il dipinto è stato assegnato a Jacopo Tintoretto dal Boschini (1664, p.282), ma non risulta dgli elenchi dello Zanetti. Secondo Bercken-Mayer (1923, pp. 33; 230) e A. Venturi (1929, vol.IX., 4, p.689) è opera della bottega di Jacopo. Thode (1901, p.16) Pittaluga (1925, p.220) e Moschini Marconi (1962, p.218) è probabilmente attribuibile a Domenico Tintoretto.In attesa di documenti o contributi che verifichino tale attribuzione si ritiene di darlo alla scuola veneta del secolo XVI. Il quadro è stato restaurato dall'Edwards il 10/06/1780. Così ne riferiva P. Edwards a proposito del restauro: "si trovò che le carni del Bambino furono dallo Autore dipinte piuttosto basse, e tiranti al giallognolo; ciocchè mi persuase a non far ridurre la testa della Madonna al maggior grado di freschezza, cui poteva giungere, altri menti sarebbesi resa troppo sensibile la cattiva scelta nelle tinte del puttino. Siccome quando il quadro era sporco io attribuivo il poco sapor delle carni al pregiudizio soffer to dalle svelature, coì dopo seguita la ripolitura m'avvidi d'essermi ingannato in questo giudizio in quanto che credevo perdute tali svelature, le quali realmente vi sono, ma non sono statte usate con plausibile metodo. Per la stessa ragione feci lasciare il panno azzurro in mediocre lucidezza onde dal confronto di questa tinta ridotta ad un tono supe riore non apparisse vie più forte il sapor giallastro nel corpo del Bambino" (archivio Seminario Patriarcale, Venezia)
  • TIPOLOGIA SCHEDA Opere/oggetti d'arte
  • CONDIZIONE GIURIDICA proprietà Stato
  • CODICE DI CATALOGO NAZIONALE 0500123555
  • ENTE COMPETENTE PER LA TUTELA Soprintendenza Speciale per il Patrimonio Storico Artistico Etnoantropologico e per il Polo Museale della citta' di Venezia e dei comuni della gronda lagunare
  • ENTE SCHEDATORE Soprintendenza per i beni artistici e storici di Venezia
  • DATA DI COMPILAZIONE 1991
  • DATA DI AGGIORNAMENTO 2006
  • LICENZA METADATI CC-BY 4.0

ALTRE OPERE DELLO STESSO PERIODO - 1586 - 1586

ALTRE OPERE DELLA STESSA CITTA'

ALTRE OPERE DELLO STESSO AMBITO CULTURALE