fiamma

lapide commemorativa ai caduti, 1922 - 1924

Lapide di forma rettangolare sorretta nella parte inferiore da una mensola sporgente in cemento, terminante ai lati in due cornici a gocciolatoio. I peducci laterali della mensola supportano due torce bronzee dalle quali scaturiscono fiamme, che avvolgono, oltre la metà, la lapide marmorea. Quest'ultima è bipartita da due ramoscelli in bronzo di quercia e alloro, che creano nella parte superiore un decoro vegetale a bassorilievo

  • OGGETTO lapide commemorativa ai caduti
  • MATERIA E TECNICA bronzo/ fusione
    CEMENTO
    marmo di Chiampo bianco
  • MISURE Profondità: 30 cm
    Altezza: 350 cm
    Larghezza: 300 cm
  • ATTRIBUZIONI Pozzi Paride (1895/ 1981): architetto
    Scaglioni E Guaragni (notizie Anni Venti Sec. Xx): marmoraio
  • LOCALIZZAZIONE Palazzo Pretorio
  • INDIRIZZO piazza Giuseppe Finzi, Rivarolo Mantovano (MN)
  • NOTIZIE STORICO CRITICHE La lapide commemorativa ai caduti della Grande Guerra del comune di Rivarolo Mantovano venne inaugurata il 12 ottobre del 1924 (vedi bibliografia, Bresciani 2011), nella piazza centrale del paese. La cerimonia di quella giornata prevedeva anche lo scoprimento di un monumento ai caduti collocato nel cimitero cittadino e di una seconda lapide, dedicata a Garibaldi, en pendant con la presente. Entrambe le lapidi vennero affisse sulla facciata del palazzo municipale, ai lati della torre dell'orologio (l'opera di sinistra dedicata ai caduti della prima guerra mondiale, quella di destra in onore di Garibaldi). La lapide ai caduti venne progettata sin dal 1922 dal celebre architetto locale Paride Pozzi (1895/ 1981), come risulta dalla pubblicazione monografica a lui dedicata (vedi bib, Pozzi 1985, p. 75). In tale commissione Pozzi venne coadiuvato dai marmorari cremonesi “Scaglioni e Guaragni”, ditta che, probabilmente all'inizio degli anni Trenta, cambiò ragione sociale mutando il nome in “Guaragni A. e figlio” (lapide ai caduti del 1932 a Casaletto di Viadana). Sia la lapide dedicata a Garibaldi (la ditta di marmorari impiegata nell'opera fu la F.lli Lurani di Casalmaggiore), sia la cappella votiva del cimitero sono opera dello stesso Pozzi. In piazza Finzi, affissa alla base della torre dell'orologio e sopra l'architrave di un portoncino, è posta una terza lapide dedicata alle vittime della seconda guerra mondiale, completamente differente nelle forme alla coppia citata. Le notizie della presente scheda sono state recuperate tramite il gentile e disponibile interessamento dell'erudito locale Francesco Bresciani. Bibliografia: Bresciani Francesco, "Rivarolo tra le due guerre. Immagini di gente, costume, monumenti. Fotografie di Cesare Bresciani (1902-1961)", Canneto sull'Oglio 2011; Pozzi Cesare, "Paride Pozzi architetto. La coerenza del mestiere 1921-1970", Bari 1985; "Monumenti ai mantovani caduti per la patria", Associazione nazionale combattenti e reduci. Federazione provinciale di Mantova, 2002, p. 125
  • TIPOLOGIA SCHEDA Opere/oggetti d'arte
  • CONDIZIONE GIURIDICA proprietà Ente pubblico territoriale
  • CODICE DI CATALOGO NAZIONALE 0303254139
  • ENTE COMPETENTE PER LA TUTELA Soprintendenza Archeologia, belle arti e paesaggio per le province di Cremona, Lodi e Mantova
  • ENTE SCHEDATORE Soprintendenza per i Beni Storici Artistici ed Etnoantropologici per le province di Mantova Brescia e Cremona
  • DATA DI COMPILAZIONE 2014
  • ISCRIZIONI sulla targa di cemento apicale - RIVAROLO AI SUOI CADUTI - capitale - A MATRICE -
  • LICENZA METADATI CC-BY 4.0

ALTRE OPERE DELLO STESSO AUTORE - Pozzi Paride (1895/ 1981)

ALTRE OPERE DELLO STESSO AUTORE - Scaglioni E Guaragni (notizie Anni Venti Sec. Xx)

ALTRE OPERE DELLO STESSO PERIODO - 1922 - 1924

ALTRE OPERE DELLA STESSA CITTA'