Tigre su bambù. Animale e pianta

scultura, ca 1790 - ca 1810

Questo netsuke raffigura una tigre sistemata sopra un rametto di bambù (take). Il felino sta seduto sulle proprie zampe posteriori, mentre quelle anteriori sono distese, quella destra posizionata più avanti rispetto a quella sinistra; la lunga coda si adagia tra il fianco sinistro e il dorso; il collo e la testa sono rivolti a sinistra, direzione verso cui si dirige anche lo sguardo ipnotico dell'animale; le fauci sono leggermente aperte a mostrare la dentatura possente e parte della lingua. La pelliccia è resa con particolare cura per il dettaglio naturalistico, grazie all'alternarsi di sottili incisioni inchiostrate a fasce e pois delineate solo nei contorni, nel tentavo di simulare la reale conformazione del pela della tigre

  • OGGETTO scultura
  • MATERIA E TECNICA AVORIO DIPINTO
  • AMBITO CULTURALE Scuola Di Kyoto
  • LUOGO DI CONSERVAZIONE Museo Poldi Pezzoli
  • LOCALIZZAZIONE Palazzo Poldi Pezzoli
  • INDIRIZZO Via Manzoni 12, Milano (MI)
  • NOTIZIE STORICO CRITICHE Gli artisti giapponesi raffiguravano la tigre basandosi prevalentemente su dipinti cinesi o loro copie realizzate in Giappone; in molti casi quindi le immagini dell'animale risultano caricaturali e poco realistiche. Spesso, come in questo esemplare, le tigri sono raffigurate insieme al bambù.||La composizione che caratterizza questo netsuke, abbastanza diffusa nell'ambito dell'arte del netsuke, sembra ispirarsi ad analoghi lavori di Tomotada, uno tra i maggiori intagliatori di netsuke attivi a Kyoto nel XVIII secolo
  • TIPOLOGIA SCHEDA Opere/oggetti d'arte
  • CONDIZIONE GIURIDICA proprietà privata
  • CODICE DI CATALOGO NAZIONALE 0301967282
  • ENTE COMPETENTE PER LA TUTELA Soprintendenza per i beni storici artistici ed etnoantropologici per le province di Milano Bergamo Como Lecco Lodi Monza Pavia Sondrio Varese
  • ENTE SCHEDATORE Regione Lombardia
  • DATA DI COMPILAZIONE 2008

ALTRE OPERE DELLO STESSO PERIODO - ca 1790 - ca 1810

ALTRE OPERE DELLA STESSA CITTA'

ALTRE OPERE DELLO STESSO AMBITO CULTURALE