portale, opera isolata di Amadeo Giovanni Antonio (attribuito), Solari Cristoforo detto il Gobbo (attribuito), Briosco Benedetto detto Benedetto Pavese (attribuito), Maffioli Alberto (attribuito) (ultimo quarto sec. XV)

portale, 1475 - 1499
Alberto Maffioli (attribuito)
notizie 1486-1499

portale

  • OGGETTO portale
  • MATERIA E TECNICA marmo/ scultura
  • ATTRIBUZIONI Amadeo Giovanni Antonio (attribuito): complesso scultoreo
    Briosco Benedetto Detto Benedetto Pavese (attribuito): ritratti ducali
    Alberto Maffioli (attribuito)
    Cristoforo Solari Detto Il Gobbo (attribuito)
  • LUOGO DI CONSERVAZIONE Chiesa della Certosa delle Grazie
  • INDIRIZZO viale Monumento, 4, Certosa Di Pavia (PV)
  • NOTIZIE STORICO CRITICHE La porta di accesso alla sacrestia vecchia celebra gli esponenti di spicco delle famiglie Visconti (timpano) e Sforza (fregio). Sul timpano, campeggiano tre medaglioni con i ritratti di Giovanni Maria Visconti, Gian Galeazzo Visconti e Filippo Maria Visconti. Sull'architrave, quattro medaglioni recano invece i ritratti di Galeazzo Maria Sforza, Gian Galeazzo Sforza, Ludovico il Moro e Francesco Sforza. Completano la decorazione le tentazioni di Sant'Antonio e i proseliti di San Bruno nel timpano, la Resurrezione di Cristo (incompleta dato che manca la figura del Risorto) nella lunetta sottostante e i medaglioni con la Vergine, la Veronica, il Redentore e San Giovanni Battista nella strombatura degli stipiti.||I dispareri critici in merito alla datazione e all'attribuzione dell'opera si legano alla sua identificabilità nella citazione di "porta una pro sacrestia ecclesie", contenuta in una stima di opere consegnate dall'Amadeo nel 1478 (documento trascritto in R.V. Schofield, J. Shell, G. Sironi (a cura di), Giovanni Antonio Amadeo, 1989, pp. 113-114, doc. 47). Tale identificazione è accettata da Rossana Bossaglia (1968, p. 59), e negata da Charles Morscheck (1980, pp. 127-128), che propone una datazione all'ultimo decennio del secolo e un'attribuzione a Cristoforo Solari.||E' da notare inoltre che l'insieme presenta alcune disomogeneità e incongruenze. All'ultimo decennio del secolo dovrebbero risalire i ritratti dei duchi Sforza lungo il fregio, e dei Visconti presso gli angoli del timpano, riferiti dalle fonti a Benedetto Briosco (1497) e Alberto Maffioli da Carrara (1490). A quest'ultimo sembra spettare il ritratto di Gian Galeazzo al vertice del timpano, in passato assegnato anche a Gian Cristoforo Romano
  • TIPOLOGIA SCHEDA Opere/oggetti d'arte
  • CONDIZIONE GIURIDICA proprietà Stato
  • CODICE DI CATALOGO NAZIONALE 0300702472
  • ENTE COMPETENTE PER LA TUTELA Soprintendenza per i beni storici artistici ed etnoantropologici per le province di Milano Bergamo Como Lecco Lodi Monza Pavia Sondrio Varese
  • ENTE SCHEDATORE Soprintendenza per i beni storici artistici ed etnoantropologici per le province di Milano Bergamo Como Lecco Lodi Monza Pavia Sondrio Varese
  • DATA DI COMPILAZIONE 2011
  • DATA DI AGGIORNAMENTO 2013
  • ISCRIZIONI cartiglio sotto il busto di Galeazzo Maria Sforza - GALEAZ.M./ DUX MEDI/ OLANI.V - a incisione - LAT
  • STEMMI a sinistra, sopra l'arco del portale - Stemma - Visconti - leone galeato con i tizzoni ardenti e le secchie d'acqua

ALTRE OPERE DELLO STESSO AUTORE - Amadeo Giovanni Antonio (attribuito)

ALTRE OPERE DELLO STESSO AUTORE - Briosco Benedetto Detto Benedetto Pavese (attribuito)

ALTRE OPERE DELLO STESSO AUTORE - Alberto Maffioli (attribuito)

ALTRE OPERE DELLO STESSO PERIODO - 1475 - 1499

ALTRE OPERE DELLA STESSA CITTA'