Adorazione dei Magi

dipinto, ca 1580 - ca 1600

DIPINTO su tavola. CORNICE lignea intagliata dorata, XIX secolo

  • OGGETTO dipinto
  • MATERIA E TECNICA tavola/ pittura a olio
  • MISURE Altezza: 167 cm
    Larghezza: 140 cm
  • AMBITO CULTURALE Ambito Tosco-romano
  • ALTRE ATTRIBUZIONI Roncalli Cristoforo detto il Pomarancio
    Pittore Romano Manierista Metà Sec. Xvi
    Campi Giulio
    Caldara Polidoro detto Polidoro da Caravaggio
    Salviati Francesco
  • LUOGO DI CONSERVAZIONE Musei Reali - Galleria Sabauda
  • LOCALIZZAZIONE Palazzo Reale
  • INDIRIZZO via XX Settembre, 86, Torino (TO)
  • NOTIZIE STORICO CRITICHE Documentato nella "Galleria di S. M. il Re di Sardegna", con numero 156 e attribuzione a Francesco Salviati, il dipinto non è facilmente rintracciabile in nessuno degli ambienti della residenza di Palazzo Reale (Clelia Arnaldi, scheda presso Galleria Sabauda, 1994). All'interno della Regia Pinacoteca, l'opera è stata riferita in un primo tempo a Francesco Salviati (Callery 1859), poi ad ignoto fiorentino ed infine dal Berenson a Giulio Campi, come riportato anche dal Vesme nel 1909, opinione in seguito condivisa dalla Gabrielli (1971). Riportato poi ad ambito tosco-romano, fu riferito ipoteticamente a Polidoro da Caravaggio dalla Griseri (Griseri 1969, p. 74); mentre Bellosi - in una comunicazione orale - ha proposto un accostamento alla figura di Francesco Roviale, pittore spagnolo attivo tra Italia, Roma e Napoli intorno alla metà del XVI secolo. Francesca Quasimodo, nella scheda ministariale OA (2005) in cui riprende lo studio di Clelia Arnaldi, propone di attribuire il dipinto a Cristoforo Roncalli, detto il Pomarancio, e alla sua bottega datandolo nello scorcio del XVI secolo, per affinità stilistiche con la pala con i 'Santi Domitilla, Nereo e Achilleo' nella chiesa dei Santi Nereo e Achilleo di Roma (1596-97), quella con la Madonna del Carmelo e santi nella Pinacoteca Parrocchiale di Corridonia, e la 'Sacra Famiglia con san Giovannino' della Pinacoteca Civica di Jesi, datata 1609. Tale riferimento non pare facilmente condivisibile e risulta più prudente al momento un riferimento all'ambiente tosco-romano verso la fine del XVI secolo
  • TIPOLOGIA SCHEDA Opere/oggetti d'arte
  • CONDIZIONE GIURIDICA proprietà Stato
  • CODICE DI CATALOGO NAZIONALE 0100350940
  • ENTE COMPETENTE PER LA TUTELA Musei Reali-Galleria Sabauda
  • ENTE SCHEDATORE Soprintendenza per i Beni Storici Artistici ed Etnoantropologici del Piemonte
  • DATA DI COMPILAZIONE 2012
  • LICENZA CC-BY 4.0

ALTRE OPERE DELLO STESSO PERIODO - ca 1580 - ca 1600

ALTRE OPERE DELLA STESSA CITTA'

ALTRE OPERE DELLO STESSO AMBITO CULTURALE