Flora

bruciaprofumi,

La boccetta poggia su un piede metallico a traforo con motivo a girali vegetali. La boccetta, in vetro di colore verde, è rivestita da involucro in metallo formato da pannelli a traforo con decoro a grottesche sulle quattro facce. Su ciascun pannello è raffigurato, al centro, un medaglione; in alto, un vaso al centro del quale è posto un iris da cui si diparte il motivo a racemi vegetali che costituisce la decorazione della parte superiore; all'interno di essa, simmetricamente, due arpie, negli angoli ed, al di sotto, due aquile di profilo. In basso un putto che regge dei ramoscelli di edera seduto su elemento dalle estremità a voluta dal quale si dipartono, simmetricamente, ulteriori girali vegetali. Il collo della boccetta presenta un decoro geometrico curvilineo inciso ed il tappo è costituito da una figura femminile a tutto tondo che presenta i capelli raccolti, petto nudo, velo che le avvolge le gambe, fissato in vita da una corona di rose; piedi scalzi

  • OGGETTO bruciaprofumi
  • MATERIA E TECNICA argento/ sbalzo/ incisione/ traforo
    metallo/ argentatura
    vetro/ colorazione
  • ATTRIBUZIONI Calvi Costantino (1846/ Notizie Fino Al 1904): orefice
  • LUOGO DI CONSERVAZIONE Museo Francesco Borgogna
  • LOCALIZZAZIONE Palazzo Borgogna già Ferrero
  • INDIRIZZO Via Antonio Borgogna, 4, Vercelli (VC)
  • NOTIZIE STORICO CRITICHE Esistono due bruciaprofumi in argento del XVII secolo simili a questo al Museo Poldi Pezzoli a Milano che furono acquistati da Giuseppe Bertini nel 1894 (Gregoretti G. Museo Poldi Pezzoli - Orologi e oreficerie, Milano, 1981, p. 304, nn. 275-276, p. 416, nn. 302-303). Su Costantino Calvi di Roma (documentato alle Esposizioni dal 1880 al 1904), Thieme U./ Becker F. Allgemeines Lexicon del Bildenden Künstler, vol. V, p. 417. Il tappo è assegnabile al sec. XIX
  • TIPOLOGIA SCHEDA Opere/oggetti d'arte
  • CONDIZIONE GIURIDICA proprietà Ente pubblico non territoriale
  • CODICE DI CATALOGO NAZIONALE 0100174343
  • NUMERO D'INVENTARIO 224
  • ENTE COMPETENTE PER LA TUTELA Soprintendenza Archeologia, belle arti e paesaggio per le province di Biella, Novara, Verbano-Cusio-Ossola e Vercelli
  • ENTE SCHEDATORE Soprintendenza per i Beni Storici Artistici ed Etnoantropologici del Piemonte
  • DATA DI COMPILAZIONE 1999
  • DATA DI AGGIORNAMENTO 2002
    2006
  • ISCRIZIONI sotto base/ a penna nera - M. Borgogna 1979/ n. 375 - Berardi L - lettere capitali - a penna -
  • LICENZA METADATI CC-BY 4.0

ALTRE OPERE DELLO STESSO AUTORE - Calvi Costantino (1846/ Notizie Fino Al 1904)

ALTRE OPERE DELLA STESSA CITTA'