calice, opera isolata - bottega torinese (seconda metà sec. XVIII, sec. XIX)

calice, post 1753 - ante 1775

Piede circolare rialzato decorato da modanature concentriche alternate a fasce decorate con motivi neoclassici (palmette, tralci di uva con grappoli); nodo a vasetto con piccole perle; sottocoppa con palmette e piccole squame

  • OGGETTO calice
  • MATERIA E TECNICA argento/ cesellatura/ fusione/ doratura
  • AMBITO CULTURALE Bottega Torinese
  • LOCALIZZAZIONE Parodi Ligure (AL)
  • NOTIZIE STORICO CRITICHE Dalla lettura dei punzoni presenti sulla coppa, sarebbe possibile datare l'opera al terzo quarto del XVIII secolo, poichè i due argentieri furono attivi presso la Zecca Torinese in questo lasso di tempo: Giovanni Battista Carron tra 1753 e 1778 e Bartolomeo Pagliani tra 1753 e 1775. In realtà è necessario rilevare come l'ornato dell'oggetto rimanda chiaramente ad un gusto ottocentesco, il che fa ipotizzare un riutilizzo della coppa (A. Bargoni, Mastri orafi e argentieri in Piemonte dal XVII al XIX secolo, Torino 1976, pp. 26-27)
  • TIPOLOGIA SCHEDA Opere/oggetti d'arte
  • CONDIZIONE GIURIDICA proprietà Ente religioso cattolico
  • CODICE DI CATALOGO NAZIONALE 0100106119
  • ENTE COMPETENTE PER LA TUTELA Soprintendenza Archeologia, belle arti e paesaggio per le province di Alessandria, Asti e Cuneo
  • ENTE SCHEDATORE Soprintendenza per i Beni Storici Artistici ed Etnoantropologici del Piemonte
  • LICENZA METADATI CC-BY 4.0

ALTRE OPERE DELLO STESSO PERIODO - post 1753 - ante 1775

ALTRE OPERE DELLA STESSA CITTA'

ALTRE OPERE DELLO STESSO AMBITO CULTURALE