allegorie delle quattro stagioni

gruppo scultoreo, ca 1780 - ca 1780

Gruppo scultoreo composto da quattro statuette. Composizione a piramide con figure su roccia traforata: la Primavera con canestro di fiori; l'Estate con fascio di grano; l'Inverno con braciere, al calore del quale si scalda; l'Autunno con grappolo d'uva e calice nella mano destra

  • OGGETTO gruppo scultoreo
  • MATERIA E TECNICA BISCUIT
  • MISURE Altezza: 215 mm
    Larghezza: 188 mm
  • ATTRIBUZIONI Di Manifattura Saint-denis-la- Chevasse (vandea)
  • LUOGO DI CONSERVAZIONE Museo di Palazzo Reale
  • LOCALIZZAZIONE Palazzo Reale
  • INDIRIZZO Piazzetta Reale, Torino (TO)
  • NOTIZIE STORICO CRITICHE Il gruppo si caratterizza per l'irregolare posizione delle statuette sulla base rocciosa, poste a diversi livelli e sovrastate da una figura centrale. L'effetto d'insieme ricercato è quello di una composizione mossa dalla serpentina - in orizzontale - delle teste delle figure, pur poste sui vertici di un triangolo regolare di base. Una tipologia di questo genere si ritrova innanzitutto nella produzione della mnaifattura di Tournai e secondariamente a Sceaux, sempre, però, con risultati qualitativamente superiori a Torino. In particolare si può fare riferimento a tre gruppi databili verso l'ottavo decennio del Settecento, il primo con statuette attorno ad un albero (W. B. HONEY, French porcelain of the 18th Century, London s.d., ma 1950, p. 44, ill. n. 87); il secondo con serie di figure di più mediocre fattura - per questo motivo maggiormente avvicinabili alle nostre - del Musée des Arts Décoratifs di Parigi (databile 1770-1775; cfr. AA. VV., Les porcelainiers du XVIIIe siècle français, Paris 1964, p. 144); l'ultimo pubblicato in L. DELPLACE, Florilége de Porcelaines de Tournai, Tournai 1973, pp. 89, 107 (pezzo con musicisti). Nell'Ile-de-France prodotti di uguale se non di più alta qualità di Tournai, con l'analogo tipo del gruppo con statuette su livelli diversi, sono quelli di Sceaux; tra i manufatti più riusciti ve n'è uno conservato nel Musée de l'Ile-de-France a Sceaux, databile verso il 1770 (AA. VV., Les porcelainiers, cit., p. 285). L'esame del gruppo torinese, privo di coperta, con la caratteristica pasta compatta dei centri francesi, induce a ritenerlo un esempio di riutilizzazione di importanti prototipi - come si è visto di Tournai e Sceaux - nelle fabbriche della provincia e in quelle minori di Parigi. Questa supposizione è sostenuta dal reperimento da parte di Sivana Pettenati, che ringrazio per la segnalazione, di un esemplare identico a quello torinese, conservato nel Musée de la Cèramique di Sèvres e attribuito nel Museo alla manifattura poco nota di Saint-Denis-la-Chevasse, nella Vandea. "A la fin du XVIIIe siècle le marquis de Torcy y fonda une manufacture de porcelaine dont les produits ne méritent aucune mention particulière" avvertiva L. DANCKERT, Manuel de la porcelaine européenne, Fribourg 1980, p. 389; la fabbrica era forse già aperta dopo il 1770 e ai primi anni della sua attività va riferita la produzione del gruppo delle Stagioni, che denota i difetti di lavorazione di un atelier incerto e con pochi mezzi. Le pesanti suture in barbottina, utilizzate nella fase della riparazione per applicare le statuette alla base e gli attributi alle figure, ne sono una dimostrazione, altresì rilevabile su un pezzo eseguito a partire dalla stessa forma ma con diversi attributi e per conseguenza diventa iconografia. Si tratta di un esemplare comparso sul mercato antiquario torinese ed esposto, insieme ad altro analogamente ricoperto di smaltatura bianca, presso la Galleria Gramaglia Antichità nel 1986 (segnalazione di Silvana Pettenati)
  • TIPOLOGIA SCHEDA Opere/oggetti d'arte
  • CONDIZIONE GIURIDICA proprietà Stato
  • CODICE DI CATALOGO NAZIONALE 0100039542
  • ENTE COMPETENTE PER LA TUTELA Musei Reali - Palazzo Reale
  • ENTE SCHEDATORE Soprintendenza per i Beni Storici Artistici ed Etnoantropologici del Piemonte
  • DATA DI COMPILAZIONE 1986
  • DATA DI AGGIORNAMENTO 2007
  • ISCRIZIONI Sotto la base - 625 - a matita -

ALTRE OPERE DELLO STESSO PERIODO - ca 1780 - ca 1780

ALTRE OPERE DELLA STESSA CITTA'