San Francesco d'Assisi in preghiera davanti alla croce

dipinto,

Il dipinto raffigura S. Francesco in preghiera davanti al crocifisso. Sullo sfondo un paesaggio roccioso, nudo, reso più vivace dalla presenza di un corso d'acqua. Predominano colori freddi: gialli verdastri, grigi, azzurri. La cornice, in legno stuccato e dorato, è riccamente lavorata ed ornata da un fitto susseguirsi di palmette e rosoncini intrecciati

  • OGGETTO dipinto
  • MATERIA E TECNICA legno/ intaglio/ doratura
    tela/ pittura a olio
  • ATTRIBUZIONI Cavalli Giuseppe (1865/ 1933): esecutore
  • LOCALIZZAZIONE Livorno Ferraris (VC)
  • NOTIZIE STORICO CRITICHE Il dipinto si trova all'altare destro, detto delle stimmate, in sostituzione di un altro precedente; infatti la Visita Pastorale di Gerolamo Caravadossi, del 1730, dice: "Altare delle Stimmate: Ancona rappresentante S. Francesco nell'atto di ricevere le sacre stimmate. Sopra del medesimo altare un crocifisso con quattro candelieri d'ottone, due vasi con piede di legno dorato e fiorami posticci" (Caravadossi). Lo stesso altare era ricordato già nella Visita Pastorale di Pietro Secondo Radicati, del 1723: "Altare delle Stigmate di S. Francesco, quattro candelieri con croce d'ottone, due fiorami con piede di legno dorato, due reliquiari" (Radicati). La Visita di Ignazio della Chiesa, del 1752, elenca semplicemente: "altri due altari con cornici de quadri indorate con stuccature di gesso dipinte" (Della Chiesa). L'aspetto dell'altare nel Settecento doveva essere quindi ben diverso da quello odierno. Sia del dipinto che dei candelabri e della croce d'ottone, come dei reliquiari, non si sono trovate tracce. Il quadro è opera di Giuseppe Cavalli, pittore piemontese attivo nella seconda metà dell'Ottocento. Fu allievo del Carcano (a sua volta allievo dell'Hayez) di cui risentì l'influenza per le direttive accademiche. Trattò soprattutto il paesaggio (cfr. A. M. Comanducci, "Dizionario illustrato dei pittori italiani moderni e contemporanei", Milano 1962)
  • TIPOLOGIA SCHEDA Opere/oggetti d'arte
  • CODICE DI CATALOGO NAZIONALE 0100033546
  • ENTE COMPETENTE PER LA TUTELA Soprintendenza Archeologia, belle arti e paesaggio per le province di Biella, Novara, Verbano-Cusio-Ossola e Vercelli
  • ENTE SCHEDATORE Soprintendenza per i Beni Storici Artistici ed Etnoantropologici del Piemonte
  • ISCRIZIONI in basso, a sinistra - G. Cavalli 1923 - corsivo - a pennello -
  • LICENZA METADATI CC-BY 4.0

ALTRE OPERE DELLA STESSA CITTA'