palazzo baronale

Ripabottoni, post metà XIX - ante metà-XIX

Edificio a pianta rettangolare a sviluppo longitudinale con cantonali e parte basamentale in pietra squadrata. Il paramento esterno è realizzato con ciotoli di fiume e scapoli di pietra calcarea che sono stati grossolanamente sbozzati per ottenere elementi parallelepipedi di cui è più facile e regolare la posa in opera. Ne risulta un apparecchio a corsi regolari di differenti altezze (assestamento pseudo-isodomo) nel quale le commessure tra gli elementi sono molto più sottili che nel muro di ciottoli. La superficie esterna è quasi sempre a faccia vista

  • OGGETTO palazzo-comunale
  • AMBITO CULTURALE Maestranze Ottocentesche
  • NOTIZIE L'interesse del palazzo è sicuramente notevole per lo stato di conservazione integrale che ancora lo caratterizza e soprattutto per la sua facciata in pietra squadrata pregevolissima sia per composizione che per qualità esecutiva che delimita la fascia basamentale ed i cantonali. Il palazzo, risalente alla metà del XIX secolo, è stato costruito su tre livelli, più un quarto destinato a soffitta, con struttura portante in pietra e mattoni. Al suo interno è possibile trovare elementi costruttivi dell'epoca ed arredi ancora di buona fattura, ed inoltre una biblioteca in cui trovano posto vecchi scritti e libri di epoca remota
  • LOCALIZZAZIONE Ripabottoni (CB) - Molise , ITALIA
  • INDIRIZZO Piazza Guglielmo Marconi 6, 10, 11, 12, 13, Ripabottoni (CB)
  • TIPOLOGIA SCHEDA Architettura
  • CONDIZIONE GIURIDICA proprietà Ente pubblico territoriale
  • CODICE DI CATALOGO NAZIONALE 1400075132
  • ENTE COMPETENTE PER LA TUTELA Soprintendenza per i Beni Architettonici e Paesaggistici del Molise
  • ENTE SCHEDATORE Soprintendenza per i Beni Architettonici e Paesaggistici del Molise
  • DATA DI COMPILAZIONE 1996
  • DATA DI AGGIORNAMENTO 2002
    2017
  • DOCUMENTAZIONE GRAFICA planimetria catastale (1)
    planimetria catastale (2)
    planimetria catastale (3)
    planimetria catastale (4)

ALTRE OPERE DELLA STESSA CITTA'

ALTRE OPERE DELLO STESSO AMBITO CULTURALE