Duomo Vecchio di Brescia - /Finestra A veduta dall'esterno

positivo, ca 1892 - ca 1892
Anonimo
1878

Positivi fissati con nastro adesivo su cartoncino di supporto di colore grigio azzurro

  • OGGETTO positivo
  • SOGGETTO Architetture - Chiese - Brescia
  • MATERIA E TECNICA albumina/carta//aristotipo
  • ATTRIBUZIONI Anonimo: fotografo principale
  • LUOGO DI CONSERVAZIONE Archivio fotografico SBAP BS
  • LOCALIZZAZIONE Palazzo Porro Schiaffinati, ex Chizzola
  • INDIRIZZO via Gezio Calini, 26, Brescia (BS)
  • NOTIZIE STORICO CRITICHE La struttura romanica del Duomo Vecchio fu interessata nel corso dei secoli da modifiche sostanziali e da numerose aggiunte architettoniche che ne snaturarono l'assetto e contribuirono a minarne la staticità. Ai primi dell'Ottocento l'interno era interamente intonacato e l'altezza del pavimento risultava modificata in relazione alla Cripta di San Filastrio, interrata e usata come ossario, la volta era ricoperta da una controsoffittatura che occludeva le monofore e gli oculi dell'ordine superiore della cupola. Già dal 1808 erano evidenti larghe fenditure lungo il perimetro esterno della chiesa, per questo motivo l'edificio fu chiuso al pubblico e si procedette a sigillare le aperture anche se la staticità della struttura non migliorò affatto rendendo necessari ulteriori interventi di tipo strutturale. Nel 1881 la Commissione Provinciale incaricò Pietro da Ponte (direttore dei Musei Civici), Luigi Arcioni e Giuseppe Conti (membri della Commissione Conservatrice dei monumenti ed Oggetti d'Arte e d'Antichità per la provincia di Brescia) di valutare l'ipotesi di una ulteriore intonacatura interna. Il parere sfavorevole diede l'avvio ad una stagione di restauri di taglio diverso, tendenti a riscoprire e a ripristinare il volto originale dell'edificio. Gravi problemi di staticità portarono al coinvolgimento dell'ufficio del Genio Civile; grazie a questa collaborazione si giunse ad un progetto complessivo per il restauro della Rotonda di cui venne incaricato l'ingegnere Giovan Battista Agosti. I primi interventi statici si svolsero tra il 1883 e il 1888 e ripresero, dopo una pausa dovuta alla mancanza di fondi, nel 1892. Uno dei due fototipi dell'assemblaggio è incollato sul cartoncino di supporto e non è possibile vederne il verso mentre l'altro è particolarmente interessante dal punto di vista documentario: sul verso presenta un' iscrizione manoscritta di carattere tecnico firmata con il monogramma AB: queste lettere corrispondono alle iniziali di Augusto Brusconi, architetto inviato da Luca Beltrami (direttore del l'Ufficio regionale per la Conservazione dei Monumenti Lombardi) per sovrintendere ai lavori. Giunto a Brescia il 15 maggio 1892 affiancò per cinque anni, in stretta comunione d'intenti, Luigi Arcioni portando a termine gli interventi di ripristino del Duomo. (sull'argomento vedi: Valerio Terraroli, Luigi Arcioni: progetti e restauri a Brescia tra Ottocento e Novecento, Brescia, 1999, pp. 87-102; AA.VV. Le Cattedrali di Brescia, Brescia, 1987). L'iscrizione riporta la data 16 maggio 1892, esattamente il giorno successivo dell'arrivo a Brescia di Brusconi. Evidentemente cominciò subito a studiare il materiale documentario esistente individuando gli interventi già effettuati e quelli da effettuare, utilizzando le immagini come base di annotazione, segnalazione e ausilio per la progettazione. Sul verso oltre all'iscrizione esplicativa è riportata la pianta stilizzata dell'edificio con il riferimento alla localizzazione precisa dell'immagine. Si tratta di una finestra ripresa dall'esterno (vedi cianotipo derivato dallo stesso negativo sk . 03230208). Il secondo positivo raffigura invece l'interno della Rotonda con il cantiere aperto e i ponteggi ancorati alle murature
  • TIPOLOGIA SCHEDA Fotografia
  • CONDIZIONE GIURIDICA proprietà Stato
  • CODICE DI CATALOGO NAZIONALE 0303230210
  • ENTE COMPETENTE PER LA TUTELA Soprintendenza Archeologia, belle arti e paesaggio per le province di Bergamo e Brescia
  • ENTE SCHEDATORE Soprintendenza per i Beni Architettonici e Paesaggistici per le province di Brescia Cremona e Mantova
  • DATA DI COMPILAZIONE 2012
  • ISCRIZIONI sul supporto secondario: recto: in basso a destra - Interno del Duomo/ Vecchio di Brescia - Brusconi, Augusto - a matita blu -

BENI CORRELATI

ALTRE OPERE DELLO STESSO AUTORE - Anonimo

ALTRE OPERE DELLO STESSO PERIODO - ca 1892 - ca 1892

ALTRE OPERE DELLA STESSA CITTA'