organo da muro

Villette, ca 1878 - ca 1878

Mobile contenitore in noce mordentato con frontone ad andamento curvilineo ed al centro fregio ligneo scolpito. Tre fornici (centrale alto e laterali bassi) con apertura superiore ad arco semicircolare sormontati da fregi lignei a motivi floreali che seguono l'andamento degli archi stessi; rosette in legno coronano superiormente le lesene poste ai lati dei fornici. Chiusura frontale a tenda. Parapetto della cantoria in legno, a linea spezzata e suddiviso in più riquadri con semplici cornici geometriche

  • OGGETTO organo da muro
  • MATERIA E TECNICA legno di noce/ intaglio
  • MISURE Profondità: 140 cm
    Altezza: 400 cm
    Larghezza: 320 cm
  • CLASSIFICAZIONE da muro
  • LOCALIZZAZIONE S. Bartolomeo
  • INDIRIZZO Villette (VB)
  • NOTIZIE STORICO CRITICHE Da alcuni elementi conservati presso l'archivio parrocchiale di Malesco si apprende che nel 1878 i fratelli Pietro e Lorenzo Bernasconi costruirono il nuovo organo per la Chiesa dei SS. Pietro e Paolo e ritirarono quello vecchio (di autore ignoto e parzialmente rifatto da Minoletti di Druogno nel 1840) per restaurarlo e ricollocarlo nella Chiesa di Villette. Lo strumento evidenzia attualmente una certa disomogeneità di fattura. Ad una prima analisi sembrerebbe possibile individuare un nucleo di canne decisamente più antiche (settecentesche ?), elementi ascrivibili alla prima metà dell'800 (Minoletti 1840 ?), il notevole rifacimento Bernasconi del 1878 ed alcune modifiche novecentesche (Giuseppe Marzi ?). La struttura complessiva ed il quadro fonico generale sono comunque di scuola varesina e certamente opera di Bernasconi. Somiere e tastiera furono progettati di 58 note, successivamente ridotte a 56, mentre nel compendio principale è evidente un parziale rifacimento della meccanica della prima ottava. Delle numerose canne antiche riutilizzate dai Bernasconi, alcune mostrano segni di allungamento alla sommità per essere adattate al nuovo corista. Buona parte delle canne è contraddistinta dalla tipica segnatura varesina. Probabilmente nel corso di un intervento attorno al 1950 vennero sostituiti gli originali registri ad ancia e la Viola 4' e furono asportati i Timpani ai pedali, un registro nei soprani e sostituita la pedaliera originale (Conservata comunque in prossimità dei mantici)
  • TIPOLOGIA SCHEDA Strumenti musicali-Organo
  • CONDIZIONE GIURIDICA proprietà Ente religioso cattolico
  • CODICE DI CATALOGO NAZIONALE 0100054239
  • ENTE COMPETENTE PER LA TUTELA Soprintendenza per i Beni Storici Artistici ed Etnoantropologici del Piemonte
  • ENTE SCHEDATORE Soprintendenza per i Beni Storici Artistici ed Etnoantropologici del Piemonte
  • DATA DI COMPILAZIONE 1991

ALTRE OPERE DELLO STESSO PERIODO - ca 1878 - ca 1878

ALTRE OPERE DELLA STESSA CITTA'